Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Energie pulite: nasce a Pechino un centro sino-europeo a guida italiana

Data:

26/04/2010


Energie pulite: nasce a Pechino un centro sino-europeo a guida italiana

Avrà una forte impronta italiana il Centro sino-europeo per le energie pulite che sarà inaugurato il 30 aprile a Pechino dal Presidente della Commissione UE Barroso e dal Ministro dell’Ambiente Prestigiacomo. Il centro, infatti, sarà gestito da un consorzio guidato dal Politecnico di Torino. Il progetto ha un valore strategico nel quadro della cooperazione UE-Cina in materia ambientale, oltre che sul piano bilaterale.

La sede della struttura sarà collocata nell'edificio simbolo della cooperazione italo-cinese: il Palazzo Eco-efficiente presso l'Università di Tsinghua, progettato e realizzato con finanziamenti del Ministero dell'Ambiente e con tecnologia italiana, già sede del Dipartimento di Scienze Ambientali dell'Ateneo.

Il Centro potrà essere una straordinaria piattaforma per promuovere collaborazioni innanzitutto di natura commerciale, ma anche di sviluppo tecnologico, di capacity building, di formazione, di assistenza in quelle che sono le cinque aree prioritarie di intervento del progetto: carbone pulito, carburanti biologici, risorse, efficienza energetica e smart grids.

Secondo molti studi internazionali del settore nel 2009 la Cina è stato il Paese che ha realizzato i maggiori investimenti al mondo nel settore delle energie pulite (34 miliardi di dollari) e secondo le proiezioni governative gli investimenti continueranno a crescere del 25% nel 2010. Per modificare il suo mix energetico e rendere il suo fabbisogno sostenibile nel medio periodo, la Cina si è data delle precise scadenze interne, e per rafforzare le sue capacità tecnologiche guarda all'Europa, riconoscendo la leadership che essa ha in questo settore.


Luogo:

????

10296
 Valuta questo sito