Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Argentina: scambio di saperi tra università per rilanciare l’economia

Data:

17/05/2010


Italia-Argentina: scambio di saperi tra università per rilanciare l’economia

Mettere insieme il mondo produttivo e le università per rilanciare un’economia ancora scossa dalla crisi finanziaria internazionale. Per riflettere su questo tema sono iniziate oggi alla Farnesina le tre Giornate della collaborazione universitaria italo-argentina (17-19 maggio), organizzate dall'Università degli Studi di Camerino come capofila del CUIA (Consorzio universitario italo-argentino) e dal MAE, in occasione del bicentenario dell’indipendenza dei paesi latino-americani.

I legami tra le università italiane e argentine sono già molto solidi, come testimoniamo i circa 250 accordi sottoscritti, ha ricordato l'Incaricato d'Affari dell'Ambasciata argentina in Italia, Norma Nascimbene de Dumont, sottolineando che l’obiettivo oggi è di “unire tecnologia, ricerca e attività produttive per sviluppare l’economia e creare lavoro”.

Si ragiona quindi su come legare sempre di più cultura e mercato. Il sistema universitario italiano “deve essere utile al sistema paese”, ha affermato il Direttore Generale per la Promozione Culturale del MAE, Francesco Maria Greco. Le istituzioni, in questo senso, lavorano a “concepire progetti per attrarre in Italia studenti dall’estero” e “formare una rete di professionisti che possano essere utili alle nostre imprese all’estero”.

Nel primo giorno dei lavori si è discusso in particolare sui temi del trasferimento tecnologico, della formazione specialistica e della formazione dottorale. E proprio il dottorato, ha spiegato il presidente del CUIA Fulvio Esposito, è la massima espressione della formazione universitaria, “un ponte tra accademia e società, perché crea una sorta di manodopera specializzata da immettere nel mercato globale”.


Luogo:

Roma

10374
 Valuta questo sito