Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dichiarazioni all’agenzia di stampa M.E.N.A. dell’On. Ministro Franco Frattini

Data:

18/05/2010


Dichiarazioni all’agenzia di stampa M.E.N.A. dell’On. Ministro Franco Frattini

Ministro Frattini “Sosteniamo la posizione dell’Egitto riguardo alla creazione di un Medio Oriente senza armi nucleari”.

Il Ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, ha sottolineato il sostegno del suo Paese alla posizione egiziana di un mondo privo di armi nucleari, in particolare del Medio Oriente.

Egli ha aggiunto: “abbiamo dichiarato tante volte di volere un mondo privo di armi nucleari. Vogliamo appoggiare gli sforzi per contrastarne la proliferazione ed adoperarci per una diminuzione delle armi nucleari esistenti. Cio’ si applica anche alle armi nucleari della NATO in Europa”.

Questa dichiarazione del Ministro degli Esteri italiano al corrispondente della MENA in Italia e’ stata rilasciata alla vigilia del Vertice Italo-Egiziano che si svolgera’ a Roma domani e dopodomani. “Ammettiamo che la situazione attuale non possa essere cambiata nella maniera auspicata, ma con il contributo di tutti si puo’ affrontare questo argomento che rappresenta anche un obiettivo del Presidente americano Barak Obama, dell’Europa e dell’Italia oltre che dell’Egitto.

Frattini ha espresso anche la preoccupazione del suo Paese e di tutti i Paesi della UE nei confronti del dossier nucleare iraniano. Abbiamo parlato molte volte con i nostri amici del mondo arabo della nostra partecipazione per le minacce iraniane, occorre lavorare affinche’ l’Iran (che ha il diritto dell’uso nucleare per scopi civili) rispetti le regole internazionali e collabori con trasparenza con l’AIEA sull’arricchimento dell’uranio.

Il Ministro ha confermato contrarieta’ per il possesso iraniano della bomba nucleare, circostanza che potrebbe provocare una disastrosa corsa agli armamenti nella regione.

Frattini ha sottolineato la necessita’ di collaborare per obbligare l’Iran al ritorno al tavolo negoziale. Egli ha aggiunto “ cerchiamo di trovare una soluzione diplomatica e crediamo che la soluzione militare sara’ un vero disastro per il Medio Oriente. Dobbiamo collaborare con l’ONU affinche’ l’Iran capisca che noi vogliamo un Iran chiaro e non un Iran che sia una minaccia per i popoli del Medio Oriente. L’Iran adesso sta creando un clima di tensione spaventoso per i propri vicini e deve cambiare la sua mentalita’.


Luogo:

Roma

10380
 Valuta questo sito