Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Usa: Frattini, forte collaborazione sui teatri di crisi

Data:

26/05/2010


Italia-Usa: Frattini, forte collaborazione sui teatri di crisi

"L'America e l'Italia mai come ora sono legati da vincoli di amicizia ma soprattutto di collaborazione sulla scena internazionale". Lo ha detto il Ministro degli esteri, Franco Frattini, al termine degli incontri avuti a Washington con l'inviato speciale della Casa Bianca per l'Afghanistan Richard Holbrooke, l'inviato in Medio Oriente, George Mitchell, e il responsabile della sicurezza nazionale, James Jones. Incontri bilaterali nel corso dei quali, ha assicurato il Ministro, è stato espresso "grande apprezzamento per il lavoro dell'Italia" ed è giunta anche "la conferma della collaborazione a tutto campo su grandi teatri di crisi, dall'Afghanistan al Medio Oriente, dalla grande preoccupazione per la proliferazione iraniana e per l'escalation della sicurezza in Corea del Nord, al lavoro comune sui Balcani".

In particolare per la "nuova escalation di minacce" della Corea del Nord Frattini ha auspicato una risposta "rapida e forte da parte dell'Unione Europea. La preoccupazione è "estrema" e l'Europa non può stare a guardare. Per quanto riguarda il dossier nucleare iraniano, Frattini ha detto che la mossa di Teheran di inviare all’Aiea la lettera di conferma dell'accordo raggiunto con Brasile e Turchia non condizionerà il dibattito in corso sulle sanzioni.

"Le sanzioni - ha spiegato il ministro - non sono un'alternativa al negoziato con l'Iran: noi vogliamo negoziare con Teheran, ma non intendiamo perdere l'occasione di dare un messaggio chiaro: tutta la comunità internazionale non è soddisfatta di quanto l'Iran ha fatto finora". In questa chiave, secondo il Ministro, le sanzioni "servono a portare l'Iran al tavolo del negoziato e non a cancellarlo".

Il Ministro, dal 26 al 28 sarà in missione in America Latina, in particolare in Venezuela e Panama


Luogo:

Roma

10408
 Valuta questo sito