Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Iraq: l’impegno italiano per la ricostruzione

Data:

10/06/2010


Iraq: l’impegno italiano per la ricostruzione

L’Italia è impegnata sin dal 2003 per la ricostruzione dell’Iraq. Fino ad oggi gli interventi hanno superato i 3,2 miliardi di dollari con importanti iniziative di “capacity building”.

Principali progetti bilaterali in corso o in via di realizzazione

  • Linea di credito di aiuto a favore dell’Iraq per l’acquisto di beni e macchinari nei settori agricolo e dell’irrigazione: la linea è entrata in fase operativa con la riunione a luglio del Joint Steering Committee. Euro 100 milioni
  • Assistenza tecnica alla linea di credito di 100 milioni di Euro nel settore agricolo-irrigazione: sono state attivate le procedure per la messa a disposizione degli esperti. I primi tecnici hanno iniziato ora ad operare. Euro 1 milione
  • Masterplan per la riabilitazione del museo di Baghdad, assistenza per la gestione del patrimonio museale di Baghdad e di Nassirya: ente realizzatore è il Ministero dei Beni Culturali, il progetto è nella fase iniziale. Euro 2 milioni 
  • Tutela del patrimonio culturale curdo con interventi nei musei di Erbil, Suleimaniya, Dohuk e la cittadella di Suleimaniya:ente esecutore è l’ISIAO. Euro 619.000 
  • Progetto nelle zone umide del Dhi Khar, con attività nel settore agricolo a favore dell’allevamento delle bufale e la risicultura: ente esecutore l’Università di Firenze. Euro 899.000
  • Assistenza tecnica al governatorato del Dhi Khar, iniziative diversificate di assistenza svolte dall’Unità di Sostegno alla Ricostruzione(USR). Euro 3,2 milioni

Luogo:

Rome

10473
 Valuta questo sito