Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Frattini a Mosca: Consiglio italo-russo per la Cooperazione Economica

Data:

06/07/2010


Frattini a Mosca: Consiglio italo-russo per la Cooperazione Economica

Lo sviluppo del dialogo economico tra Italia e Russia. E’ su questo che pone l’attenzione l’XI sessione del Consiglio italo-russo per la Cooperazione Economica, Industriale e Finanziaria, che vede oggi il Ministro degli Esteri, Franco Frattini, impegnato a Mosca.

Istituito dal Trattato bilaterale di Amicizia e Cooperazione del 1994, il Consiglio costituisce il massimo foro istituzionale di riferimento e di coordinamento delle relazioni economiche bilaterali tra Italia e Russia.

Nella Capitale russa, il Ministro Frattini incontra anche il Vice Primo Ministro e Ministro delle Finanze, Aleksey Kudrin, per fare il punto sui rapporti economici bilaterali e per sollevare alcuni punti specifici in vista di una partnership strutturata bilaterale in tema di modernizzazione.

Tra i temi in agenda, anche le misure protezionistiche nel quadro dell’attuazione dell’Unione doganale, una bozza di accordo sull’ingresso di lavoratori altamente specializzati e distaccati e un accordo tra i Ministeri dei Trasporti dei due Paesi.

L'Italia è tra i primi partner commerciali del Paese ed è presente in tutti i principali settori dell’economia russa, con numerosi investimenti di imprese nazionali sul territorio: dal settore automobilistico a quello ad alto contenuto tecnologico, ma anche in campo aeronautico, bancario e finanziario, assicurativo, come nel settore ferroviario, navale e agroalimentare.

Inoltre, l’Italia è diventata la quinta destinazione estera per i turisti russi.

A testimoniare i profondi rapporti economico-finanziari tra i due Paesi, anche l’accresciuta presenza di aziende russe di rilievo in Italia.

La Federazione Russa è un partner strategico per l’approvvigionamento energetico del nostro Paese, provenendo da essa circa il 28% del petrolio e il 30% del gas naturale importato dall’Italia.

Notevoli potenzialità di collaborazione tra le imprese italiane e russe si presentano, inoltre, nel programma russo di sviluppo delle energie rinnovabili e del risparmio energetico. Il settore costituisce una delle cinque priorità della politica di innovazione del Presidente Medvedev.

A margine del Consiglio, il Ministro Frattini discuterà con il suo omologo russo, Sergey Lavrov, la proposta italiana di rafforzare il Consiglio di cooperazione economica.

I due ministri faranno anche il punto sulle iniziative previste per il “2011 Anno della cultura e della lingua italiana in Russia e della cultura e della lingua russa in Italia”.


Luogo:

روما

10560
 Valuta questo sito