Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Cooperazione: crediti d’aiuto al Kenya per 33 milioni di euro

Data:

08/07/2010


Cooperazione: crediti d’aiuto al Kenya per 33 milioni di euro

Crediti di aiuto del valore di 33 milioni di euro per lo sviluppo del settore idrico in Kenya: e’ quanto prevede l’accordo bilaterale firmato dall’Ambasciatore italiano Pierandrea Magistrati e dal Ministro delle Finanze del Kenya Uhuru Kenyatta. L’accordo, negoziato lo scorso gennaio durante la visita del Ministro degli esteri Franco Frattini a Nairobi, consolida i legami dell’Italia e rilancia l’azione della Cooperazione allo sviluppo nel suo venticinquesimo anno di attività in Kenya.

.

Attualmente la Cooperazione italiana ha in corso diversi progetti nei settori prioritari della sanità, delle risorse idriche, dello sviluppo urbano della baraccopoli di Korogocho e dell’emergenza. Tra gli interventi di successo, l’accordo decennale di Conversione del debito, per un valore di 44 milioni di Euro (4,4 miliardi di scellini), primo e unico accordo di conversione debitoria nella storia del Kenya.

L’Italia è anche intervenuta per contrastare l’insicurezza alimentare e l’emergenza del dopo-elezioni. Tra le altre attività in corso sono da segnalare il programma di sviluppo socio-sanitario per la comunità di Ngomeni (Malindi), sita nei pressi della base spaziale gestita dall’Agenzia spaziale italiana (Asi) per un valore di circa tre milioni di euro, e un progetto di circa 500 mila euro per la creazione di attività generatrici di reddito rurali nell’area di Sigor (zona nord-occidentale del Paese).

Al momento la Cooperazione italiana finanzia in Kenya 60 progetti per un valore di circa 37 milioni di Euro nei settori prioritari della sanità, risorse idriche, sviluppo urbano ed emergenza. A questo vanno aggiunti 7 progetti attraverso il canale multilaterale. In Kenya l’86% dei fondi è impiegato in gestione diretta mentre il 14% attraverso il canale multilaterale. Le ONG che operano nell’area attraverso progetti promossi MAE/DGCS sono 7 per un valore di circa 7.2 milioni di Euro.

10565
 Valuta questo sito