Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Algeria: Frattini , dalle infrastrutture nuove opportunità per le imprese italiane

Data:

15/07/2010


Algeria: Frattini , dalle infrastrutture nuove opportunità per le imprese italiane

Missione "apripista" del Ministro Frattini per gettare le basi del vertice italo-algerino di fine ottobre tra il Premier Berlusconi ed il Presidente Bouteflika, in cui verranno firmati accordi economici e si punterà a rafforzare la collaborazione nella lotta al terrorismo internazionale. “La presenza del Premier è decisa, bisogna solo decidere le date”, ha spiegato Frattini, che ad Algeri ha incontrato il Capo dello Stato ed il suo omologo per rilanciare il partenariato bilaterale tra i due Paesi e rafforzare la presenza delle imprese italiane nel Paese africano, in particolare nei settori delle grandi opere e dell’energia: in ballo c’è il piano da 280 miliardi di dollari varato dalle autorità algerine per la realizzazione di opere pubbliche e infrastrutture.

Tra i progetti ai quali l'Algeria "guarda con interesse", ha sottolineato Frattini, c'è la fornitura di 4 navi fregata e una da trasporto logistico, affidata a 'orizzonte sistemi navali', che si aggira attorno ai 4 miliardi di euro e la costruzione di un tratto di autostrada per 1,2 miliardi di euro sul quale c'é l'interesse di un consorzio di 3 imprese italiane . E poi ancora una fornitura di 30 elicotteri del valore di 460 milioni di euro, per i quali il Ministro ha annunciato "il via libera" alla Agusta Westland "perché hanno le tecnologie compatibili con quella della NATO, nel quadro di una collaborazione euro-mediterranea di difesa". Il Governo italiano auspica poi un passo concreto da Algeri per agevolare gli imprenditori italiani, sbloccando i visti di lunga durata, attualmente difficili da ottenere. E un'intesa in questo senso, ha annunciato Frattini, sarà firmata durante il summit di ottobre.

Non c'è stata solo l'economia al centro dell'agenda italo-algerina. Nel corso del lungo incontro tra Frattini e Bouteflika si è parlato anche di Unione Europea, con la garanzia di appoggio da parte dell'Italia nel processo di avvicinamento tra Algeri e Bruxelles, e di un sostegno anche nei negoziati per l'adesione dell'Algeria al WTO. Massima collaborazione poi sul fronte antiterrorismo, "non solo con un semplice accordo di polizia - ha detto Frattini - ma sostenendo, attraverso l'Algeria, la linea dura contro il terrorismo nel Maghreb e nel Sahel, con il 'no' ai riscatti e la collaborazione di intelligence".


Luogo:

Roma

10578
 Valuta questo sito