Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Cooperazione: Cina, tecnologia italiana per lo smaltimento dei materiali tossici

Data:

19/10/2010


Cooperazione: Cina, tecnologia italiana per lo smaltimento dei materiali tossici

Tecnologia italiana per la protezione dell’ambiente in Cina, nell’ambito di un progetto della Cooperazione da 70 milioni di euro a credito d’aiuto nelle province centro-occidentali del Paese. L’azienda italiana Engitec Technologies S.p.a. ha siglato un contratto per l’installazione di una linea di smaltimento di batterie per autotrazione esauste con recupero di materiali tossici e riciclabili nella provincia dello Hubei.

Luogo di implementazione del progetto è un territorio dove l’industria del piombo è molto sviluppata sia in termini di tonnellate prodotte che consumate, provocando quindi grandi danni all’ambiente, alla biodiversità e alla salute umana. L’investimento complessivo è di 17 milioni di euro, dei quali 6 sono di contributo italiano ed i restanti sono finanziati dal Governo cinese e dalla società firmataria del contratto.

Si tratta di un’iniziativa pilota per la creazione di un ‘network’ di raccolta e smaltimento provinciale su modello italiano. E’ intenzione del Governo Cinese, infatti, replicare tale modello su scala nazionale, contribuendo allo sviluppo sostenibile del Paese in linea con l’Undicesimo Piano Quinquennale della Repubblica Popolare Cinese.

Il Mistero delle Finanze cinese ha espresso il suo vivo apprezzamento per i risultati raggiunti dalla Cooperazione italiana nel settore, prevedendo ulteriori successi per le iniziative in corso che si sono dette essere il segno tangibile della implementazione delle linee strategiche proprio recentemente sottoscritte dai Capi di Stato dei due Paesi.


Luogo:

Roma

10866
 Valuta questo sito