Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Cooperazione: la battaglia per i minori e per l’educazione nei Territori palestinesi

Data:

09/11/2010


Cooperazione: la battaglia per i minori e per l’educazione nei Territori palestinesi

La Cooperazione Italiana è impegnata per la difesa dei minori in Palestina, anche attraverso iniziative di sensibilizzazione. Il 10 e 11 novembre a Betlemme si terrà la Conferenza Internazionale sui minori dal titolo “Ambiente sicuro – Partecipazione attiva”, nell’ambito di un progetto co-finanziato dalla Cooperazione e dalla Provincia Autonoma di Bolzano e gestito dalla ONG Oxfam Italia in partnership con “Defence for Children International - Palestine section”.

In linea con la “Convenzione internazionale delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia”, la conferenza si propone come momento di interazione tra i diversi attori sociali che si occupano della tutela dei diritti del fanciullo, sottolineando in particolare il ruolo dei minori all’interno della società. Esperti provenienti da tutto il mondo discuteranno sui loro studi specifici. Oxfam Italia ha deciso di coinvolgere attivamente l’Università di Modena e di Reggio Emilia e l’Istituto Innocenti di Firenze, che come esperti nel campo dei diritti dei minori presenteranno i loro saggi sull’argomento.

Durante la conferenza i ragazzi palestinesi del centro DCI di Nablus e i ragazzi italiani dell’Istituto degli Innocenti di Firenze, venuti in Palestina per partecipare all’evento, presenteranno l’iniziativa GIVE US ATTENTION (GUA), un laboratorio di web journalism iniziato a settembre che ha permesso ai ragazzi palestinesi di utilizzare i media in modo responsabile e consapevole, e di servirsene come strumento di scambio con il gruppo di ragazzi italiani.

E c’è anche un forte impegno della Cooperazione italiana nell’ambito del sistema educativo palestinese. Il primo novembre, infatti, ha avuto inizio il nuovo progetto cofinanziato dal MAE e promosso dalle ONG AVSI e ATS “Sostenere l'emergenza educativa nei Territori dell'Autonomia Palestinese, di Betlemme, Gerico e Gerusalemme Est”.

Il progetto durerà 3 anni e riguarderà il sostegno alle 5 scuole in Terra Santa (maschile e femminile di Gerusalemme est, maschile e femminile di Betlemme e scuola mista di Gerico), oltre all'istituto Effetà di Betlemme per un totale di circa 3.160 studenti, 300 insegnanti e assistenti sociali, 550 famiglie che beneficeranno delle attività del progetto. Le attività saranno incentrate principalmente sulla formazione di insegnanti e assistenti sociali, sulla fornitura di attrezzature scolastiche, sul sostegno allo studio per bambini delle scuola primarie e secondarie. Saranno inoltre fornite borse di studio per studenti universitari e introdotte attività extra scolastiche.

Luogo:

Roma

10945
 Valuta questo sito