Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Frattini a Baghdad: accolta la richiesta dell’Italia per una task-force a tutela dei cristiani

Data:

06/12/2010


Frattini a  Baghdad: accolta la richiesta dell’Italia per una task-force a tutela dei cristiani

La costituzione di una task-force di polizia e di una commissione parlamentare: sono le iniziative che le autorità irachene si sono impegnate ad attuare a tutela delle comunità cristiane ed è il risultato positivo in primo piano nell’agenda del Ministro Franco Frattini che a Baghdad ha concluso la sua missione nel Golfo.

“Ho ricevuto importanti rassicurazioni dal Ministro degli esteri Zebari , dal Premier Al Maliki, dal Presidente Talabani, – ha detto Frattini – del fatto che i cristiani sono parte fondamentale della cultura e della storia irachena. Il governo – ha aggiunto Frattini – ha promosso la costituzione di una commissione parlamentare che sarà presieduta da un parlamentare cristiano. Il governo iracheno si è impegnato anche all’istituzione di una unità di polizia sul territorio che includa militari e agenti cristiani’’. Al Ministro Frattini il presidente iracheno Talabani ha ribadito di essere contrario all’esecuzione dell’ex vice Primo Ministro Tereq Aziz nei confronti del quale il Ministro Frattini ha chiesto un atto di clemenza. Talabani - che a Frattini ha anche annunciato di aspettarsi entro due settimane un governo stabile - aveva già ripetutamente precisato di non voler firmare la sentenza di morte per il cristiano Tareq Aziz, ma il Tribunale speciale che lo ha condannato non prevede la grazia in caso di pena capitale.

Frattini ha inaugurato la nuova sede dell’Ambasciata italiana tagliando il nastro a fianco del collega iracheno, Hoshyar Zebari e all’Ambasciatore italiano Gerardo Carante. In occasione dell’inaugurazione della nuova sede il Generale di divisione Claudio Angelelli, vice Comandante della Nato Training Mission in Iraq, unitamente ad una rappresentanza di ufficiali, sottufficiali e volontari delle quattro Forze Armate italiane in servizio nella Missione Addestrativa della Nato, ha donato il crest della Missione al Ministro Frattini che ha sottolineato l’importanza e l’alta valenza del contributo militare italiano nel processo di stabilizzazione dell’Iraq.

Un rapporto, quello dell'Italia con l'Iraq, non solo politico, come ha confermato la visita nella capitale irachena dell'amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaroni, che ha incontrato i vertici del Paese. Il Cane a sei zampe ha raggiunto i 200mila barili al giorno di produzione di greggio nel giacimento di Zubair, uno dei più importanti dell'Iraq, nei pressi di Bassora, con la previsione - ambiziosa ma realistica - di arrivare in 6 anni a 1,2 di barili al giorno.


Luogo:

Rome

11056
 Valuta questo sito