Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Corea: verso l’Expo internazionale di Yeosu

Data:

17/12/2010


Italia-Corea: verso l’Expo internazionale di Yeosu

Organizzata dal Commissario Generale italiano per le Esposizioni di Yeosu (Corea) e Venlo (Olanda) e dall’Ambasciata di Corea a Roma, si è svolta a Milano nella sede dell’Ice una tavola rotonda, aperta ad operatori italiani e coreani, in vista dell’Esposizione di Yeosu che si svolgerà nel 2012 e sarà l’ultima Esposizione Internazionale prima dell’Expo di Milano nel 2015.
L’Ambasciatore coreano a Roma, Young-Seok Kim, nell’aprire la tavola rotonda, insieme con il Commissario Generale italiano, Ambasciatore Claudio Moreno, ha sottolineato l’incremento dello scambio tra i due Paesi di visite ufficiali a livello di Capi di Stato e di Governo che sono state superiori in numero e qualità di quelle svolte nei decenni precedenti ed ha espresso la sua soddisfazione anche per le prospettive future che vedono la Corea come unico paese destinatario nell’anno 2011 di un importante “missione di sistema” coordinata da Confindustria, ICE, ABI, Assolombarda, con la partecipazione di centinaia di operatori economici.
Moreno ha illustrato l’impegno del Governo italiano ed in particolare del Ministro degli Esteri, Franco Frattini per fare dell’Expo coreano un momento di crescita delle relazioni economiche, culturali e scientifiche italo-coreane e più ampiamente della presenza dell’Italia nella zona asiatica. L’Ambasciatore Moreno, che ha coordinato la campagna promozionale della candidatura di Milano per l’Expo Universale del 2015, ha illustrato le tematiche dell’Esposizione coreana e i contenuti dell’allestimento del Padiglione italiano a Yeosu. Moreno ha fatto appello a tutte le forze economiche, scientifiche e tecnologiche italiane per apportare il meglio delle produzioni di eccellenza dei settori collegati al soggetto centrale dell’Expo: “l’oceano e le coste che vivono”. Temi di alto valore ambientale ma anche collegati con settori industriali di punta come la cantieristica navale, il controllo elettronico delle coste, dei mari e dei porti, le telecomunicazioni, le energie rinnovabili, lo sfruttamento sostenibile delle risorse sottomarine e alieutiche. Moreno ha annunciato il lancio di gare europee per l’allestimento dei Padiglioni italiani sia a Yeosu sia a Venlo.
L’Assessore alla Ricerca e all’Innovazione del Comune di Milano, Prof. Luigi Rossi Bernardi ha portato il saluto del Sindaco Letizia Moratti e ricordato le iniziative in corso per il Museo dell’Innovazione di Inchon in collaborazione con la Triennale di Milano ed ha promesso un suo attento esame di possibili iniziative nel settore della ricerca.
Gli interventi successivi sono stati svolti dal Presidente di Assolombarda, Alberto Meomartini che ha confermato l’interesse degli ambienti confindustriali lombardi nei confronti del mercato coreano e dell’Expo di Yeosu e l’impegno a promuovere incontri delle aziende interessate alla partecipazione alla manifestazione espositiva (molte delle quali presenti alla manifestazione) con il Commissariato e con l’Ambasciata coreana. Meomartini ha espresso la sua fiducia per la creazione di imprese miste in vari settori di punta delle tecnologie dei due paesi.
L’Amministratore Delegato della Società di Gestione dell’Expo, dr. Giuseppe Sala ha fatto una esauriente preparazione dei fatti e delle cifre della futura Expo Milano sottolineandone l’articolazione dei contenuti nei temi della nutrizione, della salute e del benessere.
Ha sottolineato che l’approccio e l’impostazione di Milano Expo saranno diversi da quelli di Shanghai, meno impressionanti per dimensioni e risorse finanziarie ma non per questo meno innovativi e originali. Sala ha ricordato l’importanza delle relazioni già stabilite tra l’Expo Yeosu e l’Expo Milano 2015 con l’MOU del 5 settembre 2009 ed ha confermato la presenza di quest’ultima all’evento coreano. Tale collaborazione si estenderà fino alla celebrazione dell’Esposizione Universale di Milano nel 2015.
Il responsabile del programma “Innovazione Italia” del MPAI, dr. Cianci, ha illustrato il progetto, promosso d’intesa con il Commissariato Generale, di una consistente partecipazione di imprenditori italiani piccoli e medi per dare avvio durante l’Expo a scambi di idee e di opportunità di cooperazione con operatori coreani in settori innovativi e di eccellenza collegati ai temi dell’Expo Yeosu.
L’Ambasciatore Ignazio Di Pace, Consigliere Diplomatico del Commissario Straordinario per l’Expo Milano 2015, ha auspicato una stretta collaborazione tra le due Expo allo scopo di mettere in comune esperienze e programmi organizzativi.
Il Direttore della KOTRA ente coreano per il commercio estero ha manifestato l’interesse ad ampliare lo spettro degli scambi commerciali e ad incoraggiare le esperienze di joint ventures e società miste italo-coreane, mentre Lucio Ghia, delegato italiano all’UNCITRAL, ha prospettato l’opportunità che nelle relazioni commerciali e industriali italo-coreane si stabilisca, in accordo con la normativa delle N.U., una base certa per una proficua collaborazione.
L’intervento del Segretario Generale per l’Expo Yeosu, Andrea Sacripanti ha fornito alcuni dettagli tecnici relativi alla partecipazione italiana ed alle gare relative all’allestimento del Padiglione nazionale ed ha ribadito l’intenzione del Commissariato di mobilitare le forze vive del Paese per una presenza qualificata nei settori innovativi collegati al tema dell’Expo.
Il Consigliere Lim Woong Son dell’Ambasciata coreana ha illustrato con un power point i luoghi, gli edifici previsti, le modalità di adesione ed il numero di partecipanti sinora registrati. Il Vice Direttore dell’ICE Milano, Luigi Francese ha ricordato il ruolo di coordinamento che ICE svolge nell’organizzazione e partecipazione delle Esposizioni Internazionali; con l’occasione egli ha segnalato che nel 2011 si svolgerà in Corea una “missione di sistema” dei maggiori gruppi italiani interessati alla cooperazione con la Corea, con Confindustria, Assolombarda, ABI, SIMEST, Invitalia etc. Il responsabile per l’area Corea della Camera di Commercio, Coliandro, rientrato dopo vari anni di servizio a Seoul, ha fatto il punto sui numerosi e promettenti rapporti commerciali e industriali transitati dalla Camera milanese ed ha confermato la sua piena disponibilità a promuovere la partecipazione di aziende milanesi all’Expo. La rappresentante dell’Invitalia Rui Mui, ha confermato l’interesse della società ad incoraggiare investimenti italiani in Corea ed altre forme di cooperazione come joint ventures e società miste. A conclusione dei lavori Young-Seok Kim e Claudio Moreno si sono impegnati a mettere a disposizione delle aziende italiane e coreane ogni supporto informativo ed ogni tramite per contatti preparatori.


Luogo:

Roma

11112
 Valuta questo sito