Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Vertice Italo-Tedesco: pressing sull’UE per la tutela delle minoranze cristiane nel mondo

Data:

12/01/2011


Vertice Italo-Tedesco: pressing sull’UE per la tutela delle minoranze cristiane nel mondo

Italia e Germania fanno fronte comune in difesa delle minoranze cristiane perseguitate. "Ci aspettiamo che dal prossimo Consiglio dei ministri degli Esteri Ue siano intraprese iniziative concrete" per la protezione dei diritti religiosi e per promuovere il dialogo interreligioso: è quanto affermano, in una dichiarazione congiunta i ministri degli Esteri italiani, Franco Frattini, e tedesco, Guido Westerwelle, al termine del bilaterale svoltosi a Berlino nell'ambito del 18/o vertice italo-tedesco.

"Italia e Germania ritengono che la libertà di fede e i diritti delle minoranze religiose sono una parte fondamentale dei diritti umani internazionali e del sistema dei valori universali", si legge nella dichiarazione congiunta dove Frattini e Westerwelle sottolineano come "questi diritti dovrebbero essere rispettati e difesi dai governi e le società nel mondo".

Rispettando le sovranità degli Stati nazionali "crediamo che l'Unione Europea debba costruttivamente impegnare i governi di quei paesi dove si verificano incidenti di violenza interreligiosa per assicurare che la logica del dialogo e della pace prevalga su ogni tipo di violenza. Questo riguarda gli interessi dei governi e delle società in tutte le parti del mondo".

Sulla persecuzione dei cristiani l'Italia ha promosso con una lettera all'UE (co-firmata da Francia, Polonia e Ungheria) l'inserimento della questione nell'ordine del giorno della prossima ministeriale esteri che si svolgerà il prossimo 31 gennaio. E la richiesta italiana è stata accolta dall’Alto Rappresentante della Politica Estera della UE Catherine Ashton


Luogo:

روما

11163
 Valuta questo sito