Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Turchia: Mantica, serve un approccio strategico per l’adesione all’UE

Data:

13/01/2011


Turchia: Mantica, serve un approccio strategico per l’adesione all’UE

"Bruxelles deve tornare ad avere un approccio politico-strategico sul processo di adesione della Turchia all'Unione europea": lo ha dichiarato il Sottosegretario Alfredo Mantica, che ha avuto un lungo incontro ieri sera con la sua omologa turca, Ayse Sezgin. "Ankara è seriamente preoccupata dallo stallo dei negoziati, che ritiene di natura prettamente burocratica, mentre cresce - elemento di ulteriore seria preoccupazione - la disaffezione della propria opinione pubblica nei confronti dell'Ue", ha aggiunto Mantica.

"Mi risulta - ha affermato - che oggi Lady Ashton sarebbe ad Ankara, un incoraggiante primo passo concreto in applicazione di quanto chiesto dall'Italia al Consiglio dei ministri degli Esteri di Bruxelles del 14 dicembre scorso. Occorre far prevalere fra gli Stati membri considerazioni di natura prettamente geo-strategica sul determinante valore aggiunto che l'adesione di Ankara, oramai potenza regionale, darebbe alla politica estera dell'Ue nel Mediterraneo ed in un Medio Oriente allargato, in una chiave di stabilizzazione e pacificazione".

Mantica e la Sezgin hanno poi avuto un approfondito scambio di vedute sui Balcani Occidentali, in particolare la Bosnia-Erzegovina, ove la comunità internazionale deve agire in modo compatto per favorire la composizione del nuovo Governo, in un'ottica di coesione fra le tre entità musulmana, serba e croata. Anche il Kosovo e l'Albania sono stati oggetto di discussione.

Sui temi energetici i due Sottosegretari hanno convenuto sulla complementarietà, e possibili sinergie, dei progetti Itgi, Nabucco e South Stream, con l'attivo coinvolgimento della parte turca benché, ha affermato Mantica "l'Itgi sia un progetto concreto, ben delineato, completabile in tempi ristretti".

Sul fronte dei rapporti bilaterali piena convergenza di vedute fra Mantica e la Sezgyn sul fatto che gli ottimi e consistenti interessi comuni abbiano spazi di ulteriore diversificazione, da incentivare, sul piano sia economico-commerciale che culturale. Comune altresì la volontà di Italia e Turchia di rafforzare la cooperazione nel settore della sicurezza e di agevolare l'erogazione dei visti nell'ambito di un fortissimo scambio di flussi di visitatori, a vario titolo, fra i due Paesi.


Luogo:

Roma

11170
 Valuta questo sito