Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Svizzera: Frattini, “buoni rapporti” ma va risolto “nodo” accordo fiscale

Data:

14/01/2011


Italia-Svizzera: Frattini, “buoni rapporti” ma va  risolto “nodo” accordo fiscale

Nell’ambito di “buoni rapporti” tra i due Paesi il Ministro Franco Frattini ha avuto, in missione a Berna, “cordiali colloqui” con la presidente della Confederazione elvetica, Micheline Calmy Rey. Nel corso di tali colloqui, oltre ai temi legati all’attualità internazionale e a quello della sicurezza sociale dei transfrontalieri, Frattini ha sottolineato la necessità, dando alcuni “suggerimenti”, di riaprire i negoziati per arrivare all’intesa fiscale tra Italia e Svizzera, sul tavolo da 4 anni e che prevede il Protocollo di modifica della Convenzione contro le doppie imposizioni del 1976.

Secondo Frattini la porta dei negoziati va riaperta superando l’impasse frutto anche di “incomprensioni”. L’auspicio che si possa, cioè, grazie all’adozione da parte elvetica di nuove proposte e atteggiamenti, arrivare ad una soluzione “pienamente rispettosa dei criteri che l’Italia considera inderogabili”. Frattini ha così “suggerito” di seguire la “pista francese”, il modello di accordo sottoscritto tra Berna e Parigi. E’ stato affrontato anche il tema della sicurezza sociale dei transfrontalieri.

Luogo:

روما

11175
 Valuta questo sito