Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Egitto: l’Italia rinnova l’invito alla moderazione a tutte le parti

Data:

28/01/2011


Egitto: l’Italia rinnova l’invito alla moderazione a tutte le parti

In riferimento ai disordini di questi giorni in Egitto, l'Italia continua ad associarsi ai numerosi "inviti alla moderazione a tutte le parti" formulati dalla comunità internazionale. "Auspichiamo che gli inviti alla moderazione e alla ricerca di forme di dialogo tra le istituzioni e la società civile vengano raccolti e trovino uno sbocco nell'utilità di tutti", ha detto Maurizio Massari, portavoce del Ministro Frattini, rispondendo alle domande dei giornalisti durante il consueto briefing settimanale.

"La stabilità dell'Egitto costituisce una priorità per la regione e quindi per l'Italia e l'Europa", ha sottolineato Massari, ribadendo al contempo la "profonda amicizia che lega Roma al Cairo" ed anche "il sostegno al Governo". Se "la stabilità non deve andare a discapito del rispetto della libertà di espressione", ha poi sottolineato Massari, è importante che "i manifestanti raccolgano gli appelli alla moderazione e non colgano le provocazioni".

La Farnesina, intanto, nel sito www.viaggiaresicuri.mae.aci.it raccomanda, innanzitutto al Cairo, "estrema cautela negli spostamenti" e "consiglia vivamente" di evitare luoghi di assembramento anche religiosi. Il sito, in un avviso particolare diffuso oggi, segnala che si stanno registrando difficoltà nelle comunicazioni interne ed internazionali sulla rete cellulare mobile ed internet.

"Permane il rischio di atti terroristici nel Paese - si legge ancora -. Particolari cautele sono raccomandate nelle località turistiche del Sinai, nella regione al confine con la Striscia di Gaza, ad Alessandria - anche alla luce del grave attentato ivi che si è verificato il 1 gennaio scorso - ed al Cairo. La Farnesina raccomanda pertanto ai connazionali di adottare la massima prudenza nei luoghi affollati, di assembramento, anche a carattere religioso, e di evitare zone di manifestazioni".

 


Luogo:

Roma

11233
 Valuta questo sito