Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

L’Intervista: Amb. Dionisi, l’Oman investe nel futuro

Data:

10/02/2011


L’Intervista: Amb. Dionisi, l’Oman investe nel futuro

L’Oman è poco conosciuto rispetto gli altri Stati della Penisola arabica, eppure vanta tanti primati. Mascate, la capitale, è la seconda città più pulita al mondo, dopo Singapore. L'intero Paese, nelle graduatorie delle Nazioni Unite, emerge come quello che negli ultimi 40 anni ha fatto più progressi di tutti in termini di sviluppo umano sulla base di criteri quali la scolarità, assistenza sanitaria, lotta alla povertà, tutela della donna e dell'infanzia. Inoltre l’Oman, analogamente ad altri Stati del Golfo, è impegnato in un massiccio programma di sviluppo delle infrastrutture e diversificazione dell'economia, con alcuni vantaggi di rilievo per le aziende interessate a operare nel Paese: sono progetti di dimensioni sostenibili, gestiti da un'amministrazione trasparente, in un contesto legale affidabile, come sottolinea Paolo Dionisi, Ambasciatore d'Italia a Mascate, in un’intervista alla newsletter “Diplomazia Economica Italiana”.

Rispetto al prossimo Piano quinquennale di sviluppo del Paese, cosa può interessare maggiormente alle aziende del Sistema Italia?

Le voci più significative riguardano le infrastrutture di trasporto: strade di collegamento veloce, ferrovie, potenziamento dei porti e degli aeroporti. L'opportunità è rappresentata anche dall'opera già avviata di ricostruzione dopo i grandi danni dell'uragano Gonu che tre anni fa investì il Paese. In aggiunta è previsto un potenziamento dell'intero sistema elettrico del Paese (produzione, trasporto, distribuzione) e in generale dei servizi a rete: gestione e smaltimento dei rifiuti, sistemi idrici inclusa la costruzione di nuovi dissalatori e via dicendo. È importante sottolineare che si tratta in genere di progetti consistenti, del valore di diverse centinaia di milioni di dollari che però sono affrontabili anche da imprese e operatori di dimensioni medie e medio grandi come quelle del Sistema Italia. Infatti è insediato nel Paese con un numero limitato di aziende che però operano con successo e che si sono conquistate la fiducia dei committenti locali. (…) Indubbiamente c'è spazio per una presenza ancora più consistente e l'Ambasciata è a disposizione per fornire tutto il supporto necessario a chi intende conoscere e valutare le potenzialità di questo Paese che ha alcune caratteristiche veramente vincenti. Sono ad esempio la grande trasparenza delle gare di appalto: l'Oman figura oggi al 28esimo posto nella graduatoria di ‘Transaparency International’ e il risultato è che qui le gare le vince chi fa effettivamente le offerte migliori. (…)

Accanto alla modernizzazione delle infrastrutture, l'Oman persegue anche un obiettivo di diversificazione dell'economia?

Sì. Nelle attività primarie, in particolare, accanto al petrolio e alle attività downstream, una filiera che offre importanti opportunità alle imprese italiane è quella ittica. Ci sono consistenti programmi di sviluppo dell'itticoltura, delle flotte da pesca e delle filiere a valle di conservazione e lavorazione del prodotto per le quali l'Italia è in grado di fornire un apporto imprenditoriale e anche di fornitura di know how e tecnologia. Tra le filiere industriali si stanno sviluppando con successo soprattutto alcune attività chimiche e farmaceutiche. E soprattutto il Paese ha un'importante vocazione logistica a supporto di chi opera nella Regione del Golfo. Il Governo sta investendo nella modernizzazione e nello sviluppo dei porti che hanno la caratteristica importante, sotto il profilo strategico, di essere localizzati all'esterno degli Stretti; quindi con minori rischi in caso di conflitti o tensioni regionali. È stato avviato anche un potenziamento della flotta nazionale e dei collegamenti per il traffico container. (…)

Infine c'è il turismo?

È una grande risorsa che sta attirando nel Paese quasi tutte le grandi catene alberghiere internazionali. Rappresenta indubbiamente un'opportunità per le imprese italiane soprattutto per quanto riguarda la fornitura di attrezzature e soluzioni di arredamento. Ma c'è di più: nel Paese è in atto un'interessante apertura verso la promozione di eventi e manifestazioni culturali. Ad esempio dispone di una propria orchestra sinfonica di ottimo livello. Sarà il primo e finora unico Paese del Golfo ad avere un grande teatro dell'Opera che aprirà alla fine di quest'anno. E l'Ambasciata sta attivamente collaborando con la direzione artistica omanita del teatro per farlo inaugurare con un grande concerto italiano.

Operativamente quali sono le modalità di approccio a questo Paese?

Occorre venire sul posto, valutare le opportunità, incontrare le controparti. L'Ambasciata è pienamente a disposizione delle aziende e degli operatori, per mettere a frutto le eccellenti relazioni che ha instaurato con le Autorità e gli operatori locali. Particolarmente efficace potrebbe essere effettuare missioni mirate su filiere e tematiche specifiche da parte di organizzazioni imprenditoriali e di altre istituzioni del Sistema Italia. Importante non è il numero, ma la qualità dei partecipanti e delle iniziative proposte. Aggiungo che da quest'anno il Paese è più facilmente accessibile grazie all'apertura di un collegamento aereo diretto con l'aeroporto di Milano Malpensa.


Luogo:

Roma

11289
 Valuta questo sito