Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

L’intervista al Cons. Gen. De Luca su Shanghai Daily

Data:

22/02/2011


L’intervista al Cons. Gen. De Luca su Shanghai Daily

"Vogliamo sostenere con forza la nostra presenza qui e lavorare in modo più sistematico, che significa incrementare il profilo e la visibilità di tutte le aziende italiane nell’area”. E’ l’obiettivo del nuovo Console Generale dell’Italia a Shanghai, Vincenzo De Luca, scelto per questo incarico proprio per il suo background economico e commerciale, come spiega lui stesso in un’intervista al quotidiano cinese Shanghai Daily.

Nel 2010 Italia e Cina hanno celebrato il quarantesimo anniversario delle relazioni diplomatiche, ma anche le relazioni economiche hanno numeri importanti: l’interscambio commerciale si aggira intorno ai 45 miliardi di dollari, il 44 % in più del 2009 e il triplo rispetto al 2004. E quando il Premier Wen Jiabao ha visitato Roma lo scorso ottobre, ha indicato insieme con il Primo Ministro Silvio Berlusconi l’obiettivo di arrivare a 80 miliardi nel 2015.

L’Italia è il terzo partner commerciale della Cina tra i Paesi UE, il quinto in assoluto per investimenti diretti e il terzo per importazione di tecnologia. E la Cina è il principale partner commerciale dell’Italia tra i Paesi asiatici. Soltanto a Shanghai, l’interscambio è cresciuto dai 10 miliardi di dollari nel 2007 a 17 miliardi nel 2010. “Abbiamo circa 500 imprese a Shanghai e circa 1000 se si considerano anche le province di Zhejiang, Jiangsu e Anhui”, spiega De Luca, aggiungendo che gli affari sono concentrati nel settore dei macchinari elettrici e poi nella plastica, strumenti ottici, pelle, moda, calzature e automobili.

“Organizzeremo eventi per promuovere i prodotti e le aziende italiane e allo stesso modo assisteremo le aziende cinesi che intendono investire in Italia. Vorremmo incrementare l’interscambio in entrambe le direzioni”, aggiunge il Console Generale, che in particolare accoglie il crescente interesse cinese per l’Italia e ritiene che “sia questo il settore con il più grande potenziale di crescita, per la forte complementarietà tra le aziende dei due Paesi”. Gli eventi promozionali saranno condotti nella forma della missione settoriale per dare visibilità non soltanto ai nomi noti ma anche alle piccole e medie imprese, che poi è il tessuto principale dell’economia italiana.

 


Luogo:

Rome

11341
 Valuta questo sito