Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Arte, cinema, letteratura a Mosca

Data:

14/03/2011


Arte, cinema, letteratura a Mosca

Per il 17 marzo l'Istituto Italiano di Cultura ha organizzato un evento letterario che prevede la lettura ed il successivo commento da parte di uno dei maggiori italianisti russi, il Prof. Evgeni Solonovich, di brani di poesia e prosa italiana. Farà seguito una cerimonia in cui i rappresentanti delle Università di Mosca, i docenti ed i traduttori di italiano di maggior fama rivolgeranno i rispettivi indirizzi di augurio nel giorno dell'anniversario dei i 150 anni dell'Unita' d'Italia. Nello stesso giorno dedicato all'Unita' d'Italia l’ambasciatore Antonio Zanardi Landi si recherà,, con alcuni collaboratori, a rendere omaggio al monumento di Dante Alighieri, collocato in posizione centrale della Capitale, per sottolineare la forza dell'influsso della lingua e della cultura italiana nel processo di unificazione nazionale.

Ad aprile verrà pubblicato congiuntamente dall'Istituto Italiano di Cultura di Mosca e dall'Istituto di Storia Universale dell'Accademia delle Scienze, un numero speciale della rivista "Rodina" dedicato all'Unita' d'Italia e per il quale e' stata chiesta una prefazione del Signor Presidente della Repubblica e del Presidente Medvedev. "Rodina" e' una rivista storica molto diffusa, edita a cura dell'Amministrazione del Cremlino, la cui popolarità ed autorevolezza consentiranno di portare a conoscenza di una consistente e qualificata parte del pubblico russo elementi salienti della storia del Risorgimento. Nel mese successivo e' previsto, sempre in collaborazione con la redazione di "Rodina", un Convegno nel quale verranno sviluppati i temi contenuti nella rivista con la partecipazione di alcuni tra gli autori.

Il 4 aprile l'Ambasciata accoglierà un concerto degli allievi dell'Accademia di Santa Cecilia (evento al quale e' stato concesso il logo ufficiale delle celebrazioni del centocinquantenario) nel contesto di un ciclo di analoghi eventi organizzati in Italia ed all'estero dall'ENEL per promuovere la musica di qualità,nell'ambito del programma "Energia per la musica". In occasione della VI edizione del Salone Internazionale del Libro di San Pietroburgo (21-24 aprile) verrà esposta la mostra "Copy in Italy. Autori italiani nel mondo dal 1945 ad oggi" in una versione appositamente realizzata dalla Mondadori in russo. La concomitanza con la fiera libraria, in cui l'Italia saràPaese ospite in coincidenza con l'anno culturale italiano in Russia, offre un'occasione particolare per valorizzare la diffusione nelle varie lingue dell'opera dei nostri scrittori e poeti. La mostra e' desinata ad essere realizzata successivamente a Mosca ed in altre citta' della Federazione e fa parte del "pacchetto" proposto dalla Direzione Generale per la Promozione Culturale (ora Direzione Generale per il Sistema Paese).

A maggio si terrà un Convegno organizzato dall'Istituto italiano di cultura di Mosca in associazione, per parte russa, con l'Accademia delle Scienze e il "Fondo russo per la cultura" e, per parte italiana, con le Università Federico II, Roma Tre e Cattolica di Milano, incentrato sul tema le "Tradizioni intellettuali e religiose nella vita sociale di Russia ed Italia". L'evento mira ad illustrare il ruolo che le tradizioni dei due Paesi hanno svolto ispirando, in Italia, la formazione dell'identità nazionale e, in Russia, consentendo la riscoperta ed il recupero del sentimento unitario. L'accento sui temi linguistico/letterari (nel Risorgimento per l'Italia, nell'Ottocento/Novecento per la Russia) e religiosi mira ad individuare i punti comuni tra le società e le culture dei due Paesi. Al Convegno, articolato in due giornate con una dozzina di relazioni principali (sei russe e sei italiane), seguirà una tavola rotonda.

Tra maggio e giugno in varie sale - a Mosca, Pietroburgo, Kazan, Rostov, Novosibirsk - e' prevista la proiezione del film, ambientato in epoca risorgimentale, "Noi credevamo" di Mario Martone. Alcuni eventi illustrativi, basati sulla fase storica descritta nei quattro episodi del film, ne accompagneranno le proiezioni. In particolare, presso la Facoltà di filologia romanza dell'Università statale di Mosca si svolgerà un'apposita conferenza sui temi del Risorgimento italiano, che prenderà spunto dal libro di Anna Banti da cui il film e' ispirato.

Nel contesto della presentazione, a cura della Fondazione De Sanctis, dei grandi capolavori della letteratura Italiana che e' collegata alle celebrazioni dei 150 anni dell'Unita' d'Italia l’Ambasciata d’Italia a Mosca ospiterà a maggio una serata dedicata a Giacomo Leopardi nella quale sono previste letture di alcuni brani leopardiani (qui tradotti da Anna Akhmatova) e di particolare significato nel contesto risorgimentale.

Nel corso della "Settimana della lingua e della cultura italiana" varie iniziative a cura dell'Istituto di cultura, attualmente in via di definizione, saranno dirette a ripercorrere il processo risorgimentale dell'Unita' d'Italia, in particolare l'Università statale di Mosca prevede di organizzare varie lezioni/presentazioni specifiche in varie sue Facoltà (filologia, lingue, storia). Grazie anche ad una preliminare disponibilità manifestata di recente dalla Direttrice della Pinacoteca di Brera, si sta considerando l'eventuale esposizione a Mosca il prossimo autunno del dipinto di Hayez, "Il Bacio". L'evento verrebbe collegato ad una conferenza organizzata con la Presidente della Fondazione Giuseppe Garibaldi, Anita Garibaldi, nell'intento di porre in rilievo i nessi che unirono l'eroe risorgimentale e la Russia.

Luogo:

Roma

11446
 Valuta questo sito