Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Il Sottosegretario Mantica a Istanbul

Data:

16/03/2011


Il Sottosegretario Mantica a Istanbul

Le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia ad Istanbul che saranno aperti giovedì 17 dal Sottosegretario Alfredo Mantica sono “un atto politico e culturale per ribadire il legame speciale che unisce Roma ed Ankara” e per “lanciare dal Bosforo verso Bruxelles un parallelismo tra il processo storico che portò all’Unità d’Italia e quello dell’unificazione europea che sarà concluso con l’ingresso della Turchia nella casa comune europea”. Lo ha detto lo stesso Sottosegretario Alfredo Mantica spiegando, in una conferenza stampa alla Farnesina, alla presenza dell’ambasciatore della Repubblica di Turchia in Italia, Hakki Akil, il significato della decisione di celebrare in Turchia, la ricorrenza dell’Unita’ d’Italia. ‘In una visione che non vede contrapposizioni tra Patria nazione e Patria europea non possiamo – ha sottolineato Mantica – non auspicare per il popolo turco lo stesso percorso storico che ha visto l’Italia perfezionare, un secolo dopo, l’Unita’ nazionale nell’Unita’ europea’’.

Italia e Turchia - ha osservato Mantica - ‘’devono dimostrare che la profondità storica che ci lega rappresenta un valore aggiunto nelle sfide del presente, le principali delle quali sono rappresentate dalla stabilizzazione del Mediterraneo, dei Balcani e del Medio Oriente. Italia e Turchia, per posizione geografica, storie nazionali e intreccio di storie comuni rappresentano i due motori per un’azione euromediterranea per portare stabilità e modernità in queste regioni nel rispetto delle specifiche tradizioni ed identità. A questo fine – ha aggiunto Mantica - oltreché ai legittimi interessi nazionali, deve essere teso il rapporto strategico tra Italia e Turchia. Un rapporto la cui memoria storica è visibile sulle rive del Bosforo nell’esperienza urbana di Bisanzio-Costantinopoli-Istanbul. Un rapporto – ha aggiunto il Sottosegretario - che vede in Bruxelles un necessario punto di arrivo, ma che non può non partire da una salda intesa politica tra Roma ed Ankara nei nostri esteri vicini e nelle nostre rispettive profondità strategiche: Europa Sud Orientale e Mediterraneo Orientale’’.


Luogo:

Roma

11457
 Valuta questo sito