Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Emergenza Immigrazione: accordo Italia-Tunisia all’esame del Consiglio dei Ministri

Data:

31/03/2011


Emergenza Immigrazione: accordo Italia-Tunisia all’esame del Consiglio dei Ministri

L’accordo tra Italia e Tunisia per il contenimento dei flussi migratori, risultato della missione a Tunisi dei giorni scorsi dei Ministri Franco Frattini e Roberto Maroni, è all’esame del Consiglio dei Ministri. I migranti già arrivati in Italia "devono essere rimpatriati verso la Tunisia o distribuiti in altri paesi europei", ha spiegato il Ministro Frattini, aggiungendo che le autorità tunisine hanno bloccato nelle ultime 48 ore 1200 persone, per un totale di una ventina di barconi, intenzionate a salpare verso l'Italia. E dopo aver ricordato che il primo ministro tunisino ha assunto un "impegno formale" con l'Italia, Frattini ha espresso l'auspicio che "nelle prossime ore si vedano risultati concreti".

Per far fronte all’emergenza immigrazione l’Italia continua a chiedere il sostegno dell’Europa, non soltanto con aiuti economici, ma con un piano di distribuzione degli sfollati tra tutti gli Stati membri. "L’Europa in questo periodo è assolutamente inerte" su questo fronte, ha sottolineato ieri Frattini, invocando "interventi politici". Oltre ai fondi, cioè, bisogna "prendere un'iniziativa prevista da una legge europea che ha stabilito con chiarezza che quando ci sono afflussi improvvisi di sfollati verso uno o più Paesi, l'UE deve adottare un piano straordinario che includa la distribuzione tra Paesi membri degli sfollati per un periodo temporaneo necessario per attuare poi il rimpatrio di coloro che non sono rifugiati, come in questo caso i tunisini, ma sono semplicemente immigrati economici".


Luogo:

Roma

11548
 Valuta questo sito