Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

L’UE valuta la protezione temporanea dei rifugiati

Data:

31/03/2011


L’UE valuta la protezione temporanea dei rifugiati

L’emergenza immigrati è stata al centro di una riunione del Consiglio dei Ministri, mentre a Bruxelles l’Unione Europea sta valutando l’ipotesi di una protezione temporanea dei rifugiati.

A Palazzo Chigi è stato aggiunto l’accordo con le Regioni e le autonomie locali per distribuire i profughi su tutto il territorio in maniera equa ad eccezione dell’Abruzzo. Il flusso sarà coordinato da una Cabina di regia nazionale, articolata nelle diverse Regioni e con il coinvolgimento delle Prefetture. Per quanto riguarda invece l’accordo Italia-Tunisia sul contenimento dei flussi, il Ministro dell’Interno Maroni ha rilevato che Tunisi non ha ancora rispettato gli impegni presi e il Ministro Frattini non ha escluso l’ipotesi di "un rimpatrio forzato" anche se come "estrema ratio" e "in maniera concordata".

Il Governo italiano, inoltre, avvierà un'iniziativa nei confronti dell'Unione europea per una condivisione dell'emergenza umanitaria. Ieri Frattini aveva invocato l’applicazione di "una legge europea che ha stabilito con chiarezza che quando ci sono afflussi improvvisi di sfollati verso uno o più Paesi, l'UE deve adottare un piano straordinario che includa la distribuzione tra Paesi membri degli sfollati per un periodo temporaneo necessario ad attuare poi il rimpatrio di coloro che non sono rifugiati ma sono semplicemente immigrati economici, come in questo caso i tunisini".

E a Bruxelles proprio in queste ore si sta valutando la possibilità di attivare la direttiva 55 del 2001 per la protezione temporanea dei rifugiati che scappano da zone di guerra. Tale misura potrebbe essere presa al Consiglio dei Ministri degli Interni UE in programma l’11 aprile. La gestione di flussi migratori irregolari e l'impegno europeo sulla solidarietà concreta nei confronti di Lampedusa saranno al centro anche della discussione che si svolgerà lunedì prossimo al Parlamento europeo a Strasburgo.


Luogo:

Rome

11554
 Valuta questo sito