Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Cooperazione: Pakistan, nuovi aiuti post-inondazioni

Data:

18/05/2011


Cooperazione: Pakistan, nuovi aiuti post-inondazioni

L’Italia ha avviato una nuova tranche di aiuti alle zone del Pakistan nord-occidentali colpite lo scorso anno da gravi inondazioni con la firma ad Islamabad di un Memorandum of Understanding mirante a liberare altri tre milioni di euro nell'ambito del Programma avviato dal MAE in collaborazione con il governo pachistano.

Il MoU è stato firmato dall'Ambasciatore d'Italia a Islamabad, Vincenzo Prati, e dal Direttore Generale dell'Authority per la Gestione dei disastri naturali (Pdma) della provincia di Khyber Pakhtunkhwa, Shakeel Qadir Khan.

Il programma, del valore di circa tre milioni di euro, è diretto principalmente alla riabilitazione del settore agricolo e sarà gestito da un gruppo di organizzazioni non governative italiane, sotto la guida e la supervisione del governo.

Al termine della cerimonia, l'Ambasciatore Prati ha manifestato soddisfazione per il fatto che in pochi mesi l'agricoltura pachistana si è ripresa dai danni provocati dalle inondazioni. "Questi programmi sono importanti - ha detto - perché permettono alla popolazione di rimettersi in carreggiata e recuperare una economia di sussistenza. Il nostro obiettivo - ha concluso - è aiutare i pachistani ad agganciarsi al mercato per poter trasformare l'agricoltura in un fattore non solo di sopravvivenza, ma di profitto".

Il programma di Cooperazione italiano con il Pakistan ha attualmente un portafoglio di 205 milioni di euro, utilizzati per progetti (agricoltura, sviluppo rurale, istruzione, salute e infrastrutture) per lo più realizzati attraverso o in stretta cooperazione con il governo e le province pachistani. Circa 80 milioni di euro di questa somma sono impegnati in iniziative post-inondazioni.

Luogo:

Rome

11782
 Valuta questo sito