Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

FOCUS-LIBIA: l’UE apre un ufficio a Bengasi

Data:

20/05/2011


FOCUS-LIBIA: l’UE apre un ufficio a Bengasi

L’Unione Europa ha aperto una propria sede di rappresentanza a Bengasi. L’ufficio è stato inaugurato dall’Alto Rappresentante per la politica estera Catherine Ashton, che ha promesso al presidente Consiglio Nazionale di Transizione, Moustapha Abdel Jalil, il sostegno europeo "fino a quando i libici lo vorranno", in particolare nei settori della sicurezza, dell'economia, della sanità, dell'educazione e della società civile.

La Baronessa Ashton ha ringraziato il Ministro Frattini per l’assistenza ricevuta a Bengasi dall’Italia, che ha reso possibile la sua missione. L'Italia ha assicurato all’Alto Rappresentante sia l'aereo su cui ha viaggiato che l'assistenza logistica sul posto, anche attraverso la presenza consolare.

E di Libia l’Europa discute anche oggi al Consiglio dei Ministri degli Esteri a Bruxelles, per fare il punto sull’assistenza nel breve, medio e lungo periodo, guardando anche alla situazione umanitaria. L’Italia su questo fronte si è impegnata sin dall’inizio della crisi. Oggi, ad esempio, è previsto il rientro a Bengasi di diciannove feriti libici che sono stati curati a Roma, all'ospedale San Camillo-Forlanini, nell'ambito di un progetto del MAE. Nella missione, alla quale parteciperà anche il direttore generale del San Camillo-Forlanini, Aldo Morrone, oltre a portare a casa i guariti, si caricheranno altri feriti e i due medici italiani rimasti in Libia per due settimane, a cui daranno il cambio altri operatori dell'ospedale romano.

 


 


Luogo:

Roma

11802
 Valuta questo sito