Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Premio Goncourt all’Amb.Serra per la biografia di Curzio Malaparte

Data:

14/06/2011


Premio Goncourt all’Amb.Serra per la biografia di Curzio Malaparte

Il “Malaparte” di Maurizio Serra vince il Goncourt, il più importante riconoscimento letterario francese. L’ambasciatore italiano all’UNESCO ha ottenuto il premio per la sua biografia di Curzio Malaparte. Il volume aveva già ricevuto, nel febbraio scorso, il premioCasanova, creato dallo stilista Pierre Cardin per opere in lingua francese di autori stranieri.

Malaparte (1898-1957) è stato uno dei pochi letterati italiani del '900 di caratura realmente europea. Ha scritto in francese e in Francia ha vissuto e svolto un ruolo rilevante, anche attraverso riviste e movimenti culturali. Ufficiale, amico di Ciano, collaboratore degli alleati nella Napoli occupata, esperienza a cui dedicò il romanzo "La pelle", che Milan Kundera considerava uno dei grandi libri del Novecento, e infine comunista nel dopoguerra, lo scrittore ha rappresentato un modello di arti-italiano vitalista che non ha avuto eredi.

Il libro di Serra si basa su documenti inediti: i rapporti della polizia francese e alcune lettere di Henry Miller e di Céline, L'autore di "Kaputt" ne emerge come "un narciso intriso della tragicità del mondo" che sa "unire il salotto con le tragedie della Storia". Secondo Serra, Malaparte piace ai francesi "perché corrisponde a una certa idea di intellettuale impegnato" che in Francia nacque, si consolidò ed ebbe sempre grande fortuna, fino ai giorni nostri. Non a caso un filosofo contemporaneo come Bernard-Henri Lévy racconta nel suo diario che l'unico libro che ha portato con sé durante il suo viaggio in Bosnia è stato "Kaputt", proprio di Malaparte.

L’Amb. Serra non è solo un diplomatico ma anche uno storico della cultura che si già dedicato a raccontare le vite di altri intellettuali del secolo scorso come Filippo Tommaso Marinetti, Louis Aragon, André Malraux, Pierre Drieu La Rochelle. Figure tutte contraddistinte da una intensa e a volte drammatica contaminazione tra letteratura e politica, arte e vita, proprio come Malaparte.


Luogo:

Roma

Tags:

Cultura

11922
 Valuta questo sito