Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Egitto: tre accordi su scienza e educazione

Data:

16/06/2011


Italia-Egitto: tre accordi su scienza e educazione

Italia ed Egitto hanno firmato tre memorandum di intesa su progetti scientifici e educativi nell'ambito del ‘Science Day’, che si è svolto il 15 giugno alla presenza del Sottosegretario Vincenzo Scotti e dell’Ambasciatore italiano Claudio Pacifico. Alla manifestazione hanno partecipato anche il Commissario dell'Enea Giovanni Lelli e il Presidente dell'Agenzia spaziale italiana Enrico Saggese, oltre ai ministri egiziani per l'educazione e la ricerca Amr Ezzam Salama, dell'ambiente Maged George e dell'elettricità Hassan Younes.

"L'Egitto sta vivendo una momento straordinario della sua storia e l'Italia è fortemente impegnata non solo nel rafforzare la nostra partnership strategica, ma anche nel sostenere in ogni modo possibile la crescita civile e democratica e lo sviluppo economico e sociale" ha affermato Scotti, ponendo in rilievo il progetto dell'università italo-egiziana. "Si tratta di un programma chiave della collaborazione bilaterale fra Italia ed Egitto" ha affermato il Sottosegretario. "Il terreno c'è, le università italiane sono pronte per la parte scientifica, la volontà è precisa. Adesso va realizzata" , ha commentato Scotti a margine dei lavori, mettendo in risalto che i titoli dell'università avranno la reciprocità e saranno quindi riconosciuti anche in Europa.

Al centro della giornata della scienza anche il progetto, per un valore di 22 milioni di euro, di un impianto sperimentale in Egitto per la produzione di energia solare concentrata al quale sta lavorando l'Enea, e che si colloca nello sforzo egiziano di migliorare l'efficienza energetica. L'obiettivo, ha detto il ministro per l'ambiente, è un miglioramento del 20% entro il 2017. In questo contesto si inserisce il seminario organizzato dall'Ice, sempre nella giornata della cooperazione scientifica, riguardante la tecnologia italiana del risparmio energetico nella lavorazione delle materie plastiche.

Nell'ottica poi di rafforzare i contatti con le nuove forze politiche emergenti in Egitto, l’Amb. Pacifico ha ricevuto una delegazione della Coalizione dei Giovani di Piazza Tahrir che collabora con il Primo Ministro nella definizione di un dialogo nazionale con tutte le forze politiche emerse dopo la rivoluzione. E’ stato concordato di dare vita ad una serie di iniziative di collaborazione strutturata fra movimento dei Giovani e Ambasciata. In tale contesto, si è deciso che il 27 giugno si terrà in Ambasciata una riunione collettiva con circa una trentina di esponenti di tutti i rilevanti movimenti giovanili. I giovani egiziani si sono impegnati a veicolare su Facebook tutte le informazioni diramate dall’Ambasciata italiana che valorizzino l'importanza della cooperazione italo-egiziana e quanto l'Italia sta facendo per l'Egitto. Al riguardo si è deciso di stabilire un gruppo di lavoro con un’apposita unità operativa.


Luogo:

Napoli

11931
 Valuta questo sito