Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Cooperazione: Afghanistan, primo esame di guida per le donne

Data:

23/06/2011


Cooperazione: Afghanistan, primo esame di guida per le donne

Una quarantina di allieve del corso di scuola guida femminile del 'Giardino delle donne' di Kabul, organizzato dalla Cooperazione italiana, si sono presentate, con alterna fortuna ma con grande orgoglio, all'esame finale presso il Dipartimento del traffico del ministero dell'Interno afghano.

"Dopo alcuni mesi di lezioni svolte in collaborazione con il ministero per gli Affari femminili afghano – raccontano dalla Cooperazione italiana - è arrivato il momento della verità, quello che tutti gli studenti temono, ma allo stesso tempo aspettano con ansia: l'esame finale".

"C'era grande emozione tra le 40 allieve. Alcune pregavano o si facevano coraggio a vicenda; ad una - si dice ancora - è andata via la voce, un'altra distribuiva a tutte l'acqua protettrice 'zam zam', portata dalla Mecca. Tutte hanno superato l'esame teorico, solo 12 però quello pratico: colpa della retromarcia, principale ostacolo su cui la maggior parte delle 28 non promosse sono cadute".

Anche per il Dipartimento del Traffico, dice il comunicato, è stata un'esperienza nuova: la prima volta che gli istruttori si sono trovati davanti un gruppo di sole donne. Tanto che per celebrare l'insolita situazione hanno invitato quattro emittenti tv afghane a filmare l'evento".

"E' tempo di esami ma anche di risultati, conclude la Cooperazione, visto che "Sultan Razia, ditta di taglio gemme - una delle quattro piccole imprese nate dagli altri corsi di formazione professionale nel Giardino delle donne - ha ricevuto una proposta dal grande gruppo commerciale afghano Ibex.

Questo gruppo ha infatti "deciso di puntare sulle capacità di questa coraggiosa piccola impresa offrendole di associarsi, sotto il nome Ibex-Sultan Razia per svolgere attività commerciali di taglio gemme e gioielleria, oltre a formare altre donne nello stesso settore".

Luogo:

Rome

11971
 Valuta questo sito