Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

International Film Festival a Jerevan, omaggio a Rossellini

Data:

15/07/2011


International Film Festival a Jerevan, omaggio a Rossellini

L'8a edizione del 'Golden Apricot' International Film Festival di Jerevan conferma anche quest'anno l'alto contributo dell'Italia all'arte cinematografica. L'edizione 2011 ha voluto tributare un particolare omaggio al nostro Paese per la ricorrenza del 150 Anniversario dell'Unita'. Rilevante il successo ottenuto - per interesse storico e contenutistico - dalla proiezione del film di Roberto Rossellini 'Viva l'Italia'.

Anche nell'8a edizione del "Golden Apricot" International Film Festival, inaugurata lo scorso 10 luglio a Jerevan, l'Italia e' stata ampiamente presente come ormai da consolidata tradizione degli ultimi anni. Il Festival, apertosi con la proiezione del film "Certified Copy", una co-produzione italo-franco-belga diretta dal regista iraniano, Abbas Kyarostami, ha inteso quest'anno porre particolare accento sull'Italia in occasione delle celebrazioni del 150 Anniversario dell'Unita'.

Nel quadro del programma cinematografico sono state previste varie proiezioni di film italiani, mentre il film scelto per la serata dedicata all'Italia (14 luglio) e' stato "Viva l'Italia" di Roberto Rossellini su supporto in celluloide, film incentrato sull'epopea garibaldina. All'evento dedicato al nostro Paese erano presenti varie Autorita' locali tra cui lo stesso Ministro della Cultura, Hasmik Poghosyan, mentre ospite d'onore e' stata la Sig.ra Silvia Cecchi D'Amico, noto produttore cinematografico.

L’amb.re Bruno Scapini, congiuntamente alla Sig.ra Cecchi D'Amico, ha introdotto al pubblico la proiezione sottolineando gli aspetti piu' rilevanti del film di Rossellini che, presentato nel 1961 per la prima volta, ha costituito una pietra angolare nella storia del cinema italiano contribuendo al passaggio dalla retorica risorgimentale al taglio neo-realistico per la interpretazione dei fatti storici che hanno portato alla Unita' nazionale. In Armenia è forte la propensione verso la cinematografia italiana e, soprattutto, verso quel filone che maggiormente si ispira alle nostre molteplici realta' sociali.

Luogo:

Roma

12065
 Valuta questo sito