Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Frattini in Cina (18-21 luglio) - Firmati nuovi accordi, “momento felice per le relazioni bilaterali”

Data:

19/07/2011


Frattini in Cina (18-21 luglio) - Firmati nuovi accordi, “momento felice per le relazioni bilaterali”

Le relazioni tra Italia e Cina "registrano un momento particolarmente felice". E' quanto ha sottolineato il Ministro Franco Frattini a Pechino, incontrando il Vice Premier cinese, Li Keqiang. Il governo italiano "considera strategico il rapporto con Pechino", ha detto il Ministro, al suo arrivo a Zhong Nan Hai, il quartier generale del governo cinese.

Da parte sua il Vice Premier cinese ha espresso "alto apprezzamento" per la posizione italiana che mira ad un rafforzamento dei rapporti tra la Cina con l'Italia ma anche con l'Unione Europea. Le relazioni con l'Italia - ha detto Li a Frattini - sono in "prima fila" tra quelle con i paesi europei e la Cina ci guarda con una visione "lungimirante e strategica". Con l'obiettivo di "rafforzare la cooperazione in tutti i settori" di interesse. Compresi i temi globali come la governance mondiale, la riforma del Consiglio di Sicurezza dell'Onu e le crisi regionali, ha aggiunto Li.

Nel corso della sua visita – che toccherà, oltre a Pechino, anche Shanghai e Canton – Frattini anche co-presieduto con il suo omologo cinese il quarto Comitato Governativo italo-cinese, durante il quale sono stati firmati una serie di accordi: sui visti, che prevede l'esenzione ai titolari di passaporto diplomatico; sul Welfare, che apre a collaborazioni sul fronte delle pensioni e protezione sul lavoro; nel campo dell’istruzione, per un sempre più vivace scambio nella formazione degli studenti dei due Paesi.

"Incoraggiamo fortemente l'afflusso dei capitali cinesi in Italia" senza "ostacoli legali, barriere o diffidenze", ha sottolineato Frattini nel suo intervento, aggiungendo che tale messaggio è stato portato anche ai vertici dei Fondi Sovrani affinché "continuino a portare risorse".

L’Italia, ha puntualizzato il Ministro, "si fida della Cina, la considera un partner autorevole sotto il profilo economico e politico" e questa missione vuole puntare ad un "salto di qualità dei rapporti" - che già registrano una "eccellente stagione a tutti i livelli" - aprendo la strada ad una "svolta", ad una nuova stagione di relazioni di partenariato strategico politico e globale. Con Roma pronta anche a fare da 'ponte' a Pechino per un avanzamento delle relazioni pure con l'Ue. Un obiettivo che - ha spiegato ancora Frattini - si tradurrà da subito in un nuovo e più ampio mandato al Comitato che allargherà la sua dimensione al confronto politico, attraverso una intensificazione degli incontri con l'auspicio che diventino almeno annuali, alternativamente nei due paesi.


Luogo:

Roma

12077
 Valuta questo sito