Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Frattini in Cina, ultima tappa a Canton - Nuove alleanze per investimenti in Italia

Data:

21/07/2011


Frattini in Cina, ultima tappa a Canton - Nuove alleanze per investimenti in Italia
L'Italia stringe nuove alleanze con il Guandong, la provincia della Cina cuore "pulsante" dell'economia e del dinamismo del Dragone. Sbarcato a Canton - ultima tappa della sua missione in Cina - il capo della diplomazia italiana, Franco Frattini, ha incontrato il segretario del partito della provicina, Wang Yang, per stringere un'alleanza a 360 gradi. Mirata ad attrarre in Italia investimenti, a sviluppare partnership industriali tra imprese e distretti che oggi ha visto registrare, come primo passo concreto, la firma di una lettera di intenti per l'istituzione di uno scambio formativo e professionale di studenti e giovani manager cinesi e italiani. Un colloquio, quello con Wang - figura tra le più rilevanti della futura quinta generazione al potere del Partito Comunista Cinese - che è servito anche, e forse sopratutto, per rafforzare i legami e fare il punto sulla missione che il capo della diplomazia italiana sta per concludere nel paese del Dragone. Il "Guandong è una provincia particolarmente avanzata ed ha per noi un'importanza prioritaria", ha detto Frattini che ha affrontato con Wang anche questioni relative alla situazione economica italiana - come la recente manovra e la stabilizzazione dei conti entro il 2014 - rassicurando l'esponente cinese sulla tenuta e la solidità del sistema Italia. Ma nel corso dei colloqui sono stati affrontati anche i nodi che più in generale riguardano Eurolandia, cui la Cina guarda con interesse e sulla quale investe parte delle sue riserve in valute estere e detiene importanti quote dei titoli di stato dei paesi dell'eurozona. "Un 'Europa stabile e' anche nell'interesse cinese", ha ribadito a Frattini Wang che, parlando della missione della delegazione italiana in Cina di questi giorni ha sottolineato di aver, tra l'altro, particolarmente apprezzato la decisione di 'alleggerire' le procedure sui visti, a cominciare per ora da quelli per i passaporti diplomatici.

Luogo:

Roma

12084
 Valuta questo sito