Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

MO: L'Europa cerca una posizione comune prima dell'Assemblea Onu

Data:

02/09/2011


MO: L'Europa cerca una posizione comune prima dell'Assemblea Onu

La situazione in Medio-Oriente, in particolare la richiesta dell'Anp all'Onu, in vista dell'assemblea del 20 settembre prossimo, del riconoscimento dello stato della Palestina e dell'ammissione alle Nazioni Unite, insieme con la situazione in Libia per la quale il Consiglio dell'Ue ha deciso lo scongelamento di beni bloccati, sono al centro della riflessione di una riunione informale dei ministri degli esteri Ue con la partecipazione del Ministro Franco Frattini. Nel corso della riunione che si svolge a Sopot in Polonia, a pochi chilometri da Danzica dove nacque il movimento di Solidarnosc, l'Europa cerca di trovare, sulla richiesta palestinese, una risoluzione comune da presentare all'assemblea Onu sull'esempio, secondo l'obiettivo dell'Alto rappresentante della politica estera europea, Catherine Ashton, di quella presentata con successo, lo scorso anno, sul Kosovo. Esperti dei 27 sono al lavoro su un testo che viene valutato dai capi delle diplomazie. L'Italia, come più volte dichiarato dal Ministro Frattini, è contraria a soluzioni unilaterali, ritenute fughe in avanti e per nulla risolutive sulla strada di un processo che porti ad una pace duratura e ad una stabilità nell'area. Nella riflessione dei ministri degli esteri europei anche la posizione del governo israeliano nei confronti della costruzione di migliaia di nuove case a Gerusalemme Est, oltre la vecchia ''linea verde'' delle frontiere del 1967. Il proseguimento delle attività edilizie oltre i confini del '67 è considerato dai 27 ''un'azione unilaterale'', dannosa al processo di pace.


Luogo:

Rome

12181
 Valuta questo sito