Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Longitude: L’Occidente palestra di formazione di elites dei Paesi emergenti

Data:

04/10/2011


Longitude: L’Occidente palestra di formazione di elites dei Paesi emergenti

L’Occidente, con le sue scuole di alta specializzazione, le sue Università, continua a formare le elites dei Paesi emergenti: un “valore” internazionale riconosciuto, fatto di istruzione e di modelli che gli studenti importano nei loro Paesi d’origine. Il tema, insieme ai rapporti tra l’America-Latina e l’Europa, in particolare l’Italia, che sono al centro della V Conferenza Italia-America Latina e Caraibi che si svolgerà a Roma il 5 e 6 ottobre, e’ oggetto di una serie di servizi del numero 9 di “Longitude”, la rivista diretta da Pialuisa Bianco, in edicola domani, mercoledi, e consultabile sull’i-Pad. Un editoriale del Ministro Franco Frattini spiega che e’ possibile ed opportuno avere un rapporto serio e costruttivo con l’America Latina,che a dispetto delle condizioni di partenza e nonostante i rischi di recessione globale, vanta un alto tasso di crescita, mentre Giampiero Massolo, Segretario Generale della Farnesina, analizza il ruolo della diplomazia italiananella crisi economica globale e un editoriale del direttore di “Longitude” pone al centro della sua analisi la crisi dell’Europa come “crisi di democrazia”: e’ afflitta da una sorta di “tragedia shakespeariana” e “scambia i fini con i mezzi”. Non c’è leader europeo – scrive Bianco -che riesca ad imporre la sua ricetta, giusta o sbagliata che sia, oscilla nelle decisioni. L’emblemadi questo “stato di cose” è la Cancelliere Angela Merkel, con problemi di consenso,probabilmente derivati dalla mancanza di rapporti chiari e corretti con i suoi elettori ai quali dovrebbe spiegare – sottolinea Bianco – cheuna crisi dell’Euro non comporta soltanto l’aiuto caritatevole alla Grecia, ma il tramonto della moneta unica con il prezzo che pagherà anche la Germania, in termini di export, di tassi di interesse. Ed in questo “dramma”, fatto di indecisioni e di “pendolarismo di idee” si costruisce anche la “convinzione che tutto dipende dalla politica, dai politici” ed i “mercati si comportano di conseguenza”.

Assieme ai servizi dedicati alla rinascita economicadell’America Latina dove, secondo quanto scrive il Ministro Frattini “carenze e squilibri esistono ancora”, e dove, soprattutto in America Centrale, “la sicurezza e’ fragile”, e necessita di infrastrutture necessarie per sostenere l’integrazione e l’istruzione, Longitude dedica una approfondita analisi al Qatar, con il suo ruolo di Paese emergente protagonista nella geopolitica dell’area e non solo.

La rivista si interessa ancora una volta della Libia: in particolare si interroga su “chi comanderà in Libia”: se sinora il collante delle varie fazioni e’ stato sostanzialmente l’opposizione al rais, la sua uscita di scena non potrà non riaprire le divisioni tra le fazioni e di conseguenza la loro corsa al potere.


Luogo:

Roma

12312
 Valuta questo sito