Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

L'impegno italiano nel processo democratico in Palestina: Seconda fase del "Progetto rafforzamento partecipazione elettorale"

Data:

07/10/2011


L'impegno italiano nel processo democratico in Palestina: Seconda fase del

E’ stata inaugurata la seconda fase del progetto “Rafforzamento della partecipazione elettorale Palestinese” finanziato dalla Cooperazione Italiana con un contributo di 444.000 euro e gestito dall`UTL di Gerusalemme in partnership con la Commissione Elettorale Centrale (CEC).

Il progetto, che sostiene il lavoro della Commissione Elettorale Centrale e coinvolge direttamente organizzazioni locali della società civile, intende creare una maggior consapevolezza presso la popolazione riguardo il processo elettorale, puntando alla sensibilizzazione, all’awareness e all’educazione civica. In questa fase, 8 organizzazioni della società civile sono state selezionate per la realizzazione di 8 progetti in tutta la West Bank, Gerusalemme e Gaza. Attraverso questo approccio si intende strutturare una forma di partenariato maggiormente partecipativo e, data la loro maggior conoscenza della comunità, si lascia alle ONG la scelta della modalità di intervento più efficace.

“Nell`individuazione delle priorità, abbiamo tenuto conto della necessità di incoraggiare la partecipazione femminile e dei giovani al processo elettorale attivo e passivo – spiega Nadia Harhash, coordinatrice del progetto per l`UTL di Gerusalemme, che aggiunge – l`intento è raggiungere il maggior numero possibile di persone in tutto il territorio Palestinese coinvolgendo anche gli Istituti di alta formazione”.

Le ONG selezionate avranno il compito di sviluppare attività di sensibilizzazione e informazione nella comunità La partnership fra la Cooperazione Italiana e la CEC prosegue anche in questa seconda fase del progetto, confermando l`impegno italiano nella promozione del processo democratico in Palestina, nella speranza che elezioni, fin’ora rimandate, possano aver luogo.


Luogo:

Rome

12337
 Valuta questo sito