Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Frattini a Belgrado. Ue, via libera allo status di candidato alla Serbia

Data:

12/10/2011


Frattini a Belgrado. Ue, via libera allo status di candidato alla Serbia

"L'isolamento serbo non farebbe gli interessi di sicurezza, di stabilità e di prosperità dell'Europa e dell'Italia, mentre potrebbe generare frustrazioni nell'opinione pubblica fornendo la sponda agli estremisti e a quanti si oppongono all'integrazione europea". Lo ha detto il Ministro , Franco Frattini, a Belgrado per una serie di incontri, nel giorno in cui la Commissione europea nel suo rapporto sull'integrazione europea dei paesi dei Balcani raccomanda agli Stati membri di assegnare lo status di paese candidato alla Serbia, legandolo però alla ripresa del dialogo con il Kosovo e alla buona volontà di Belgrado di raggiungere un accordo con Pristina.

Durante il discorso per il conferimento del dottorato honoris causa da parte dell'università di Belgrado, il Ministro ha assicurato che l'Italia "sostiene e continuerà a sostenere con forza" il cammino della Serbia verso l'Europa, perché la Serbia "lo merita".

"La Serbia ha raggiunto progressi in aree importanti", sottolinea il rapporto, che arriva dopo gli arresti dell'ex generale serbo-bosniaco Rakto Mladic, consegnato alla fine di maggio al Tribunale dell'Aja, e di Vukotar, il leader serbo croato Goran Hadzic, consegnato al Tpi a fine luglio. La Commissione "raccomanda di concedere alla Serbia lo status di candidato sottintendendo che la Serbia si re-impegni nel dialogo con il Kosovo e stia procedendo rapidamente verso l'esecuzione in buona fede degli accordi raggiunti finora". "Raccomandiamo che i negoziati di adesione vengano aperti nel momento in cui la Serbia ottiene ulteriori progressi nel soddisfare una delle priorità chiave che abbiamo identificato: ulteriori passi per normalizzare le relazioni con il Kosovo in linea con le condizioni del processo di Stabilizzazione e associazione", afferma ancora il rapporto.


Luogo:

Roma

12367
 Valuta questo sito