Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Consiglio UE - Frattini: Italia soddisfatta, ora l’Europa è più forte

Data:

27/10/2011


Consiglio UE - Frattini: Italia soddisfatta, ora l’Europa è più forte

L’Italia è “soddisfatta” per gli esiti del Consiglio Europeo di mercoledì, perché dal vertice è uscita “un’Europa più forte”. Così il Ministro Franco Frattini il giorno dopo il summit dei capi di Stato e di Governo in cui è arrivato anche l’apprezzamento per la lettera d'intenti del Premier Berlusconi sul piano italiano per rilanciare la crescita e blindare i conti.

Il vertice ci ha lasciato un'Europa più forte ''in termini di governance, di decisioni efficaci e di soluzioni alla crisi economica'', ha detto Frattini, commentando i nuovi interventi a sostegno della Grecia, la ricapitalizzazione delle banche e il fondo salva-stati da mille miliardi di euro. Ora l’Europa è ''determinata ad andare avanti per rafforzare l'integrazione e la cooperazione'', ha aggiunto il Ministro, che oggi alla Farnesina ha discusso della questione con il Commissario Ue al bilancio Janusz Lewandowski e con il suo omologo ungherese Janos Martonyi.

Quanto al futuro dell’Europa, il ministro ungherese “condivide l’ottimismo” di Frattini e auspica che non ci siano ''divisioni'' tra i 17 paesi dell'eurozona e i 27 dell'Ue, perchè ''siamo sulla stessa barca''. In ogni caso, ha aggiunto, il “messaggio arrivato da Bruxelles è che questa barca non affonderà”.

Da parte europea, inoltre, c’è “piena soddisfazione per gli impegni dell'Italia che hanno contribuito al successo del vertice”, ha confermato il commissario Lewandowski a Frattini. Adesso, bisogna approvare questi impegni “in pochi mesi” e “nessuno ha più alibi per sottrarsi”, ha puntualizzato il Ministro, auspicando che arrivi il sì di tutto il Parlamento: "Chi voterà contro un progetto approvato dall'Ue e necessario ad aiutare l'Italia dovrà spiegare perché, ma noi crediamo che l’opposizione responsabile non lo farà”, ha aggiunto, ricordando che si tratta di “misure non da maggioranza, ma da sistema Paese”.


Luogo:

Roma

12453
 Valuta questo sito