Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Expo 2015: Frattini, impegno di tutta l’Italia per la riuscita

Data:

27/10/2011


Expo 2015: Frattini, impegno di tutta l’Italia per la riuscita

“Tutta l’Italia” sarà impegnata per la riuscita dell’Expo di Milano nel 2015. Lo ha assicurato il Ministro Franco Frattini a Cernobbio nella sessione conclusiva dei lavori del primo International Participants Meeting sull’appuntamento milanese. "Sarà un impegno dell'Italia, di tutta l'Italia - ha detto -, delle sue istituzioni, della società civile, del sistema imprenditoriale. E sarà un'Italia unita al riparo, come non è sempre apparsa,dalle polemiche. C'è un impegno a dare il meglio di sé". "E' l'evento internazionale più importante che si svolge nel nostro Paese nei prossimi anni", ha aggiunto.

Per parte sua, il Governo italiano, ha spiegato Frattini, “sta mettendo e continuerà a profondere tutto il suo impegno per assicurare il successo e la massima visibilità all’Esposizione Universale di Milano”, tanto che sono state "salvaguardate le risorse per Expo malgrado negli ultimi mesi siamo stati costretti ad intervenire per una correzione del bilancio pubblico più volte". Inoltre, si "sta lavorando con il Bureau International des Expositions per un accordo specifico che favorisca la partecipazione all'Expo". Anche il Ministero degli Esteri è “fortemente impegnato nella realizzazione dell'Expo con un’azione volta a facilitare l’adesione dei Partecipanti Internazionali. La rete diplomatica è già stata mobilitata per raggiungere questo obiettivo”.

Il tema dell’Expo di Milano sarà “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Per Frattini “il patrimonio di conoscenza ed esperienza che riusciremo ad accumulare da qui al 2015 si dovrà tradurre in capitale umano e tecnologico che potremo investire per il rilancio dello sviluppo sostenibile del pianeta. Per nutrire il mondo, crediamo che la globalizzazione debba estendersi anche ai diritti, e in particolare al fondamentale diritto della persona al cibo. Crediamo inoltre che l’innovazione debba essere al servizio dell’uomo e della sostenibilità ambientale”.

Per quanto concerne il commissario incaricato del padiglione italiano, Frattini ha assicurato che farà il nome "in tempi brevissimi" e "proporrò un nome di alto prestigio al presidente del Consiglio per la firma del decreto". I criteri che seguirà sono quelli della "managerialità, della conoscenza del sistema Italia e del sistema Lombardia, ma anche della realtà globale".


Luogo:

New York

12459
 Valuta questo sito