Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Nucleare: Seminario all’Istituto Italiano di Cultura a Tokyo sull’incidente di Fukushima

Data:

27/10/2011


Nucleare: Seminario all’Istituto Italiano di Cultura a Tokyo sull’incidente di Fukushima

L'incidente nucleare di Fukushima non dovrebbe produrre un impatto rilevante sulla salute umana in zone relativamente distanti dalle centrale come, ad esempio, Tokyo. Questa è la conclusione a cui sono giunti diversi esperti italiani e giapponesi nel corso di un seminario dal titolo 'Radiation Effects on Human Health' che si è svolto il 24 ottobre all'Istituto Italiano di Cultura di Tokyo.

In particolare, è stato asserito che ne' la contaminazione ambientale, ne' quella alimentare nei livelli accertati dalle autorità giapponesi possono presentare effetti significativi sulla salute. Tale valutazione è stata fatta anche tenendo conto e facendo il dovuto confronto con le misure protettive adottate dalla autorità giapponesi rispetto allo scenario verificatosi nel caso dell'incidente di Chernobyl.

Le stesse conclusioni sono state illustrate nel corso di un dibattito con diverse decine di esponenti della comunità italiana tenutosi al termine del seminario.

Al seminario hanno partecipato, tra gli altri, il Prof. Shigenobu NAGATAKI, Presidente Emerito della Societa' internazionale di Radiopatologia e Professore Emerito dell'Universita' di Nagasaki, il Prof. Aldo PINCHERA, Professore Emerito di Endocrinologia dell'Universita' di Pisa e Coordinatore Regionale Europa Occidentale e Centrale dell'International Council for the Control of Iodine Deficiency Disorders, il Prof. Junji KONISHI Professore Emerito dell'Universita' di Kyoto e il dottor Keigo ENDO, Vice-Direttore della Japan Radiological Society.


Luogo:

Roma

12454
 Valuta questo sito