Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Settimana della Lingua Italiana a Damasco - Consolidato il rapporto culturale tra Italia e Siria

Data:

02/11/2011


Settimana della Lingua Italiana a Damasco - Consolidato il rapporto culturale tra Italia e Siria

Una serie di iniziative che hanno confermato lo spessore del rapporto culturale che lega la Siria all’Italia e consolidato i rapporti di cooperazione con l’Universita’ ed il Conservatorio di Damasco, hanno caratterizzato la IX Settimana della lingua italiana che si e’ svolta nella capitale siriana organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura. La Settimana e' stata inaugurata all'Istituto Superiore di Lingue dell'Universita' di Damasco con la cerimonia di consegna degli attestati di frequenza ai corsi di lingua italiana dell'Universita' e dell'IIC di Damasco, e degli attestati relativi alle borse di studio brevi (estive), che l'IIC ha ottenuto direttamente da alcune Universita' italiane. Al termine della cerimonia, e' stato proiettato il video della mostra fotografica "Italiano a modo mio in Siria", realizzato in collaborazione e sinergia con l'Universita' per Stranieri di Siena. La mostra che si ispira all'analogo progetto realizzato dall'IIC di Tokyo - documenta la presenza di italianismi e pseudo-italianismi nel panorama linguistico urbano di Damasco e di altre citta' siriane.Il secondo appuntamento della Settimana e' stato con la consueta Giornata del Lettore, svoltasi sia a Damasco (sempre all'Istituto Superiore di Lingue; lettrice di ruolo Ilvana Mirto) che ad Aleppo (Istituto di Lingue della locale Universita'; lettrice di ruolo, Cristina Guberti). Durante la Giornata di Damasco gli studenti hanno parlato in lingua italiana ed araba su temi letterari attinenti il 150esimo dell’Unita’ Il terzo appuntamento e' consistito in due concerti di chitarra classica del Maestro Simone Onnis, un talento emergente che ha gia' un considerevole curriculum concertistico internazionale. Il programma, che includeva una fantasia su motivi della Traviata, e' stato pensato anche in funzione delle celebrazioni per il 150esimo dell'Unita'. Il primo concerto si e' svolto nella Residenza dell'Ambasciatore d'Italia e vi ha partecipato la quasi totalita' del corpo diplomatico accreditato in Siria nonche' esponenti del mondo economico e industriale siriano; il secondo ha avuto luogo presso il Conservatorio di Damasco. Entrambi i concerti hanno riscosso molto successo. Il Maestro Onnis ha anche tenuto due Masterclass intensive con gli studenti avanzati del Conservatorio. Promettenti i seguiti di questa iniziativa: il Maestro Onnis ha selezionato, tra gli studenti delle Masterclass, un chitarrista siriano che verra' invitato a Cagliari nel 2012 per un corso di perfezionamento, con borsa di studio finanziata interamente da sponsor privati.Un'ulteriore iniziativa, nella sala multimediale dell'IIC, e' consistita nella proiezione del video "L'Italia del futuro", cui e' seguita una discussione.

Un ultimo appuntamento che si e' svolto in concomitanza con la XI Settimana della Lingua, e' stato un concerto di arie d'opera di Puccini, organizzato dal Teatro dell'Opera di Damasco, gremito per l'occasione, con Silvana Froli (soprano), Fabio Andreotti (tenore), Stefano Meo (baritono). Per l'occasione e' giunto a Damasco anche il Direttore Generale della Fondazione Festival Pucciniano, Franco Moretti, il quale sta valutando, insieme con la Direttrice del Teatro dell'Opera di Damasco, la possibilita' di portare in Siria un'Opera di Puccini, probabilmente la nuova produzione della ‘’Madama’’ Butterfly’.


Luogo:

Roma

12478
 Valuta questo sito