Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Immigrazione - Conferenza alla Farnesina sulle politiche del lavoro

Data:

17/11/2011


Immigrazione - Conferenza alla Farnesina sulle politiche del lavoro

Migrazione e Competenze è il titolo della conferenza organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e dalla European Training Foundation (ETF) il 18 Novembre a Roma, dalle ore 9 alle ore 16:30, presso la sede del Ministero degli Affari Esteri.

Esperti italiani e dell'Unione europea presenteranno le politiche che promuovono la mobilità e la migrazione legale, che favoriscono un legame tra migrazione e sviluppo e che introducono vantaggi per gli Stati dell'UE, per i paesi confinanti e per gli stessi migranti.

Il processo di adeguamento delle competenze tra lavoratori migranti e posti di lavoro disponibili è fondamentale per la mobilità efficiente del lavoro. La definizione delle competenze dei migranti e la validazione delle loro qualifiche stanno diventando un problema sempre più centrale, sia per l'UE che per i Paesi del suo vicinato.

I rappresentanti e gli esperti dell’ETF e dell'Organizzazione Internazionale per la Migrazione esporranno casi concreti di come si possa migliorare l’approccio al tema della migrazione. L'ETF illustrerà i suoi studi e progetti più recenti in materia di migrazione, occupazione e competenze, condotti in Albania, Armenia, Egitto, Georgia, Repubblica di Moldavia, Marocco, Tunisia, Tagikistan ed Ucraina.

Apriranno la conferenza Alberto Cutillo della Direzione Generale per l'Integrazione Europea del Ministero degli Affari Esteri e Madlen Serban, Direttrice dell’ETF.

Eva Jimeno Sicilia, Responsabile della European Training Foundation per le operazioni nel Mediterraneo meridionale e orientale, ha dichiarato: “Il riconoscimento delle competenze e in particolare l’efficiente corrispondenza tra domanda e offerta delle stesse, unitamente al facile accesso alle informazioni e all’identificazione delle qualifiche professionali, costituiscono condizioni essenziali per la migrazione che, come tali, possono rappresentare un beneficio per tutti noi".

Alberto Cutillo, Rappresentante per l’Italia nel CdA dell’ETF, ha affermato: “In questa prospettiva l’Italia ritiene fondamentale che siano lanciati quanto prima dei “Partenariati di mobilità e sicurezza” con i Paesi del Vicinato meridionale, a cominciare da Egitto, Tunisia, Marocco e Libia, così come auspicato dal Consiglio Europeo del 23-24 giugno u.s.

Per ogni informazione, contattare Marcin Monko, Communication Officer, European Training Foundation (ETF), telefono +39 346 950 1871; email marcin.monko@etf.europa.eu


Luogo:

Roma

12543
 Valuta questo sito