Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Mostre: l’arte uruguajana si ispira ai Maestri del Rinascimento

Data:

25/11/2011


Mostre: l’arte uruguajana si ispira ai Maestri del Rinascimento

Una borsa di studio in Italia messa a disposizione dal Ministero degli Affari Esteri è stata il punto di partenza della mostra dell’uruguajano Alejandro Ansin dal titolo: “Made in Italy-Grafica” visitabile dal 15 novembre nella Sala Espositiva dell’Istituto di Cultura Italiano a Montevideo, che raccoglie le opere realizzate dall’artista durante il suo soggiorno fiorentino dal 2006 al 2008.

La sperimentazione artistica racchiusa nei suoi quadri nasce dall’osservazione congiunta dei capolavori dei Maestri del Rinascimento e del Barocco europeo conservati nel Gabinetto dei disegni della Galleria degli Uffizi e le moderne opere di grafica simbolo dell’era industriale.

Articolata in tre percorsi distinti eppur dialoganti tra loro, la mostra si divide in: Serie Uffizi (Uffizi 06’ e Uffizi 08’), disegni a matita e sanguigna, che reinterpretano grandi artisti come Piero di Cosimo, Agostino Carracci, il Pontormo, Raffaello Sanzio, Drer e Rembrant; Serie Firenze, dedicata alla città culla della cultura per antonomasia, nella quale l’artista realizza un’insolita commistione tra la tradizionale incisione e una tecnica di stampa innovativa fatta a mano con pittura acrilica su simboli identificativi della città quali ad esempio i tombini di ferro; Serie Montevideo_Anticipo, disegni di grande formato a matita e carboncino sul tema del folklore uruguagliano che hanno come soggetti privilegiati il tango, la doma, il candombe.

L’artista, a conclusione della serata inaugurale, si è fermato a parlare con i visitatori sulla genesi delle sue opere e sulle fonti di ispirazione.


Luogo:

Roma

12607
 Valuta questo sito