Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Iran: l’Italia con l’Europa per una posizione comune - Convocato alla Farnesina Incaricato Affari Ambasciata

Data:

01/12/2011


Iran: l’Italia con l’Europa per una posizione comune - Convocato alla Farnesina Incaricato Affari Ambasciata

"E' un episodio molto grave che condanniamo fermamente, e per il quale esprimiamo piena solidarietà al Governo britannico". L’Italia, con il Ministro Giulio Terzi, insieme con l’Europa, gli Stati Uniti e l’Onu condannano l’attacco all’Ambasciata britannica a Teheran, dopo la decisione del Parlamento iraniano di azzerare praticamente le relazioni diplomatiche tra Teheran e Londra riducendole a livello di incaricato d'affari e allontanando l'ambasciatore. Alla Farnesina e’ stato convocato l’incaricato d’affari della Repubblica Islamica dell’Iran a Roma, Mehdi Akouchekian, al quale è stata manifestata la "fermissima condanna, da parte del Governo italiano, dell' episodio di violenza, gravissimo ed assolutamente intollerabile, verificatosi alle strutture dell' Ambasciata britannica a Teheran".

Sull’attacco all’ambasciata britannica si è pronunciato il Consiglio di Sicurezza dell’Onu: "I paesi del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite condannano nei termini i più forti possibili gli attacchi contro l'ambasciata britannica a Teheran": ha detto il presidente di turno dei Quindici, José Filipe Moraes Cabral, il rappresentante permanente del Portogallo, al Palazzo di Vetro. "I membri del Consiglio sottolineano l'importanza di rispettare il principio fondamentale della inviolabilità delle sedi diplomatiche e consolari, e gli obblighi di protezione dei governi ospitanti, secondo quanto stabilito dalle Convenzioni di Vienna del 1961 e 1963". L'ambasciatore portoghese ha ricordato che ogni paese ha l'obbligo di prendere tutte le misure necessarie per impedire la violazione delle rappresentanze diplomatiche, che godono dell'extra territorialità. "In questo contesto - ha concluso il diplomatico - i Quindici esprimono la loro profonda preoccupazione per questi attacchi e invitano le autorità iraniane a rispettare appieno i loro obblighi internazionali di protezione delle proprietà e del personale diplomatico".


Luogo:

Roma

12652
 Valuta questo sito