Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Diritti umani: Filippine, giustizia per padre Tentorio

Data:

09/12/2011


Diritti umani: Filippine, giustizia per padre Tentorio

Il Ministero degli Esteri chiede giustizia per Padre Fausto Tentorio, missionario italiano del PIME brutalmente ucciso lo scorso 17 ottobre ad Arakan, Mindanao, nelle Filippine, da un assassino non ancora identificato.

Nell’ottica del Giorno dei Diritti Umani, sabato 10 dicembre, l’Ambasciata d’Italia a Manila ha promosso oggi un incontro con la stampa - a cui hanno partecipato anche la Commissione dei Diritti Umani ed il Dipartimento di Giustizia filippini, la Delegazione dell’Unione Europea nelle Filippine, il Pontificio Istituto Missioni Estere (PIME) e l’Arcivescovado di Manila - per ricordare le vittime delle violazioni dei diritti umani e per chiedere giustizia per i casi che rimangono ancora irrisolti.

In particolare, si è voluto ricordare e condannare la morte di Padre Fausto Tentorio. Padre Pops – come era affettuosamente conosciuto dalla sua gente – ha dedicato tutta la sua vita ai poveri ed ai marginalizzati per difendere i diritti di centinaia di persone dimenticate, in particolare i Lumad.

Durante questi cinquanta giorni dall’uccisione, l’Ambasciata italiana e il PIME hanno ricevuto la massima collaborazione dal Governo Filippino. Il Ministro dell’Interno, On. Jesse Robredo, in particolare, ha mostrato un impegno straordinario, agendo su precise istruzioni fornite direttamente dal Presidente delle Filippine, S.E. Benigno Aquino III.

Ad oggi, l’autore del crimine è ancora libero. E Padre Pops è solo uno dei molti difensori dei diritti umani uccisi, torturati, minacciati. E che, in molti casi, attendono giustizia. Il gran numero di dichiarazioni da parte di gruppi per i diritti umani ed altre istituzioni a seguito della sua morte mostrano quanto i filippini siano indignati non solo con quanto è successo ma con quanto continua ad accadere. Nel corso della riunione odierna è stato pertanto sollecitato uno sforzo per garantire che le competenti autorità assicurino il colpevole alla giustizia.


Luogo:

Catania

12708
 Valuta questo sito