Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Argentina: Cerimonia consegna documenti 25 nuovi italiani - Scognamiglio, ruolo di ‘ponte’ tra Roma e Buenos Aires

Data:

27/12/2011


Argentina: Cerimonia consegna documenti 25 nuovi italiani - Scognamiglio, ruolo di  ‘ponte’  tra Roma e Buenos Aires

Rinsaldare il senso della cittadinanza in Argentina, dove vivono milioni di discendenti di origine italiana: è il senso della cerimonia di consegna dei documenti di cittadinanza a 25 nuovi connazionali svoltasi a Buenos Aires, al Teatro Coliseo, nell'ambito di uno spettacolo per le festività offerto alla collettività italo-argentina dal Consolato Generale D'Italia della capitale.

"Diventare italiani non è solo avere il passaporto", ha sottolineato il Console Generale, Giuseppe Scognamiglio, consegnando i documenti ai nuovi cittadini italiani sul palcoscenico del teatro, proprio quale atto simbolico per mettere in risalto l'importanza dell'evento. "Comporta diritti ma anche doveri", ha aggiunto, evidenziando il ruolo di 'ponte' tra Italia ed Argentina che i nuovi connazionali possono avere per rafforzare i rapporti bilaterali, costruendo un futuro fondato su legami storici e culturali. L'Argentina è infatti un paese dove da sempre c'è un'antica e diffusa presenza degli italiani, che ha tra l'altro determinato lo sviluppo della nazione, e dove quest'anno - è stato ricordato - nella sola circoscrizione del Consolato Generale in Buenos Aires si sono avuti oltre nove mila nuovi cittadini italiani.

Al Teatro Coliseo, nel corso della cerimonia, si è svolto un concerto di fine-anno in favore della collettività italo-argentina, realizzato in collaborazione con la società locale Autobombo Ideas Factory che ha ripercorso, anche con l'ausilio di immagini, i grandi successi della canzone italiana dagli anni '50 ad oggi. Al termine dello spettacolo si sono esibiti anche quattro giovanissimi musicisti, studenti delle scuole paritarie italiane di Buenos Aires, selezionati per l'occasione al fine di rappresentare, con gli occhi e la sensibilità di un giovane del XXI secolo, una parte significativa della cultura italiana.

Ospite speciale della serata e' stato il Vice Presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, in missione in Argentina per incontri istituzionali, il quale, nel suo saluto ha avuto parole di elogio per gli sforzi e i sacrifici degli italiani emigrati in passato in Argentina, riconoscendone e confermandone il ruolo di attori imprescindibili e protagonisti della crescita e dello sviluppo del Paese.


Luogo:

Roma

12796
 Valuta questo sito