Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Afghanistan - Terzi incontra Governatore Herat: l’impegno italiano continua

Data:

13/01/2012


Afghanistan - Terzi incontra Governatore Herat: l’impegno italiano continua

Continua l’impegno dell’Italia per sostenere la stabilizzazione dell’Afghanistan e il consolidamento di una crescita economica sostenibile del Paese. Per dare un segnale concreto in questo senso, il Ministro degli Esteri Terzi ha incontrato Daud Shah Saba, governatore di Herat, che gli ha rappresentato la propria soddisfazione per i risultati dei primi sei mesi di transizione, ottenuti anche grazie al significativo contributo italiano.

Alla vigilia dell’inaugurazione della seconda fase della transizione, che si estenderà a gran parte dei distretti della provincia di Herat, il Ministro Terzi ha ribadito al governatore Saba l’impegno italiano ad una cooperazione civile di lungo periodo, per favorire la riconciliazione politica, la stabilità istituzionale e lo sviluppo economico del Paese. Il governatore afgano ha ringraziato il Ministro Terzi per gli interventi italiani, soprattutto per quelli di cooperazione allo sviluppo e di ampliamento infrastrutturale, sottolineato l’importanza che la cooperazione bilaterale si estenda anche all’area della promozione culturale e linguistica, sulla scia dei proficui rapporti avviati da alcuni atenei italiani con l’Università di Herat.

In attesa della prossima visita in Italia del presidente Karzai, il Ministro Plenipotenziario Francesco Talò, Inviato Speciale del Ministro degli Esteri per Afghanistan e Pakistan, si recherà nei prossimi giorni ad Herat, per partecipare alla cerimonia di inaugurazione della seconda fase del processo di transizione nella regione. Nel corso della visita, l’inviato del Ministro Terzi farà il punto sui vari progetti sostenuti dall’Italia, nonché sulla possibilità di estendere la nostra presenza civile-diplomatica ad Herat, rispondendo ad una precisa aspettativa afgana.

Dal 2001 ad oggi, i finanziamenti approvati in favore dell’Afghanistan dalla cooperazione allo sviluppo italiana ammontano a 570 milioni di euro, prevalentemente destinati a progetti nei settori dell’aiuto umanitario, della sanità, dello sviluppo rurale, delle infrastrutture stradali e della governance and rule of law. Per valorizzare questi interventi, la Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Esteri organizzerà il mese prossimo a Roma un evento che si terrà presso il museo MAXXI.


Luogo:

Rome

12852
 Valuta questo sito