Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

COMUNICATO ITALIA – REGNO UNITO SULLA COOPERAZIONE ANTITERRORISMO

Data:

22/03/2012


COMUNICATO ITALIA – REGNO UNITO SULLA COOPERAZIONE ANTITERRORISMO

Il Ministro degli Esteri Giulio Terzi ed il Segretario di Stato per gli Affari Esteri William Hague hanno oggi discusso la continua minaccia posta dal terrorismo a Regno Unito e Italia, così tragicamente manifestata dagli eventi in Nigeria di due settimane fa.

Terzi e Hague hanno ribadito l’intenzione di intensificare la già stretta cooperazione e consultazione in questo settore, ed hanno deciso di istituire un Gruppo di Alto Livello tra Regno Unito e Italia in materia di terrorismo per seguire i lavori.Il Gruppo si riunirà a livello di alti funzionari ed esaminerà l'intera gamma della cooperazione in materia di antiterrorismo, inclusi i sequestri, la lotta alla pirateria e alla radicalizzazione, Yemen, Somalia e Libia.

Inoltre, Terzi e Hague si sono detti d’accordo nel voler affrontare le seguenti aree di attività congiunta:

A seguito della tragica morte di Franco Lamolinara e Chris McManus in Nigeria due settimane fa, i due Paesi sosterranno ogni ulteriore sforzo al fine di creare le condizioni necessarie a livello regionale ad affrontare la minaccia rappresentata dai rapimenti per mano di gruppi terroristici che operano attraverso le frontiere e scelgono le vittime indipendentemente dalla nazionalità.Come primo passo, l’Italia e il Regno Unito studieranno il modo migliore per contribuire a rafforzare le capacità della Nigeria per affrontare la minaccia posta dal terrorismo, anche attraverso il sostegno all'applicazione delle leggi regionali e il coordinamento in materia di sicurezza.

Regno Unito e Italia – entrambi in prima linea per proteggere la popolazione della Libia durante la lotta per il cambiamento – condividono la volontà comune di contribuire a costruire un futuro stabile e sicuro.Roma e Londra offriranno un ulteriore sostegno alle autorità libiche per impedire ai terroristi di trarre vantaggio dalla disponibilità – in seguito al conflitto - di armi e combattenti in Libia e in tutta la regione. L'identificazione e la comprensione di queste minacce sarà essenziale per sostenere la Libia e i suoi vicini nei loro sforzi per affrontarle.

Sullo Yemen, è stato concordato di verificare le condizioni per una cooperazione nel settore della polizia e della giustizia. Al fine di non dissipare i progressi compiuti dal governo dello Yemen per espellere Al Qaeda dal Paese, è importante garantire che la polizia civile riempia il vuoto creatosi.Il Regno Unito e l'Italia hanno un’importante esperienza in questo settore.La sfida è rilevante ed è stato concordato di operare in stretto contatto con l’Unione europea e con altri partner per sostenere il governo yemenita nell’addestramento delle forze di polizia e potenziare la giustizia in tutto il paese.


Luogo:

Roma

13235
 Valuta questo sito