Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

ISPI: Religioni e Relazioni Internazionali, Trento 18-19 ottobre

Data:

17/10/2012


ISPI: Religioni e Relazioni Internazionali, Trento 18-19 ottobre

Il confronto tra le democrazie occidentali e quelle islamiche sarà il tema al centro della quarta edizione di “Religioni e Relazioni Internazionali”, iniziativa promossa da ISPI (Istituto per gli studi di politica internazionale), Ministero Affari Esteri - Unità di Analisi e Programmazione e Provincia Autonoma di Trento con la collaborazione di Religion Today Filmfestival, in programma a Trento i prossimi 18 e 19 ottobre.

Muslim Democracy as Christian Democracy?

L’edizione di quest’anno “Muslim Democracy as Christian Democracy? Comparative Explorations and Cross-Cultural Dialogue” ha l’obiettivo di indagare - anche alla luce di quanto sta drammaticamente accadendo nel mondo arabo-islamico, soprattutto dopo i tragici eventi di Bengasi e le convinte proteste antioccidentali in grande parte del mondo arabo-islamico - se sia davvero possibile ingaggiare con l’Islam politico un confronto positivo. L’iniziativa intende promuovere la comparazione e il dialogo tra l’esperienza cristiano democratica e quella islamo-democratica, con il chiaro intento di mettere innanzitutto in discussione l’orientamento maggioritario nel mondo accademico occidentale che ha genericamente valutato le forze religiose come anti-democratiche per se. Orientamento che ha comportato anche la scarsa considerazione, europea e non solo, nei confronti dell’emergere, nel panorama musulmano, di correnti di pensiero e movimenti di ispirazione islamista orientati verso la democrazia.

Anche quest’anno i lavori si svolgono sia in sessioni a porte chiuse (dove parteciperà anche Padre Paolo Dall’Oglio, gesuita e fondatore del Monastero Deir Mar Musa che porterà la sua esperienza e testimonianza sulla drammatica situazione in Siria) sia in un momento di dialogo e dibattito con il pubblico: particolarmente importante sarà, quindi, il confronto tra autorevoli esponenti ed esperti italiani e stranieri per capire se, pur nella disomogeneità dei contesti, l’esperienza del cristianesimo democratico europeo possa rappresentare una interessante piattaforma di dialogo politico-culturale con quei partiti moderati d’orientamento islamico - come il turco AKP, Ennadha in Tunisia e Libertà e Giustizia dei Fratelli Musulmani in Egitto - già alla guida dei propri paesi in una più o meno lunga fase di transizione.

Religione, democrazia e Stato: crisi e reinterpretazione del Secolarismo in Europa e nel Mondo musulmano?

Il momento pubblico dell’edizione 2012, che si terrà giovedì 18 ottobre alle ore 18.00 (Palazzo della Provincia di Trento - Sala Depero), sarà dedicato al tema Religione, democrazia e Stato: crisi e reinterpretazione del Secolarismo in Europa e nel Mondo musulmano?. Il programma prevede, dopo i saluti di Lia Giovanazzi Beltrami (Assessore alla solidarietà internazionale e alla convivenza della Provincia autonoma di Trento), un dibattito con Piero Bassetti (già Presidente della Regione Lombardia), Lajmi Lourimi (Membro del comitato esecutivo del partito tunisino Ennahda), Olivier Roy (Professore di Teoria Sociale e Politica, Robert Schuman Centre for Advanced Studies, European University Institute), Charles R. H. Tripp (Professore di Politica con focus sul Medio Oriente, SOAS) e Fabio Petito (Senior Lecturer in Relazioni Internazionali, Università del Sussex). Conclude i lavori Lorenzo Dellai (Presidente, Provincia autonoma di Trento).


Luogo:

Rome

14296
 Valuta questo sito