Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Russia; incontro Terzi-Rogozin - Partnership energetica modello, grandi opportunità investimenti

Data:

14/12/2012


Italia-Russia; incontro Terzi-Rogozin - Partnership energetica modello, grandi opportunità investimenti

La partnership energetica tra Italia e Russia è un “modello”, ed in questo senso il governo rinnova il proprio impegno “a proseguire in modo sempre più aperto e multilaterale nel sostegno al progetto del gasdotto Southstream”. Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri Giulio Terzi al termine di un incontro con il vicepremier russo Dmitry Rogozin alla Farnesina, ricordando che la Russia è il secondo fornitore di gas e petrolio per l'Italia.

Temi internazionali e rapporti bilaterali

I colloqui hanno avuto in oggetto temi internazionali e rapporti bilaterali, ha spiegato Terzi, riferendo che lunedì prossimo sarà a Mosca con altri colleghi italiani per il consiglio di cooperazione economica e finanziaria italo-russo. Sarà un’occasione per approfondire le possibilità di partnership in diversi settori, dall’energia, ai trasporti, alle comunicazioni, all’aeronautica, ha spiegato il titolare della Farnesina, ricordano anche le opportunità di investimento nelle infrastrutture, con le linee di alta velocità a Mosca e S.Pietroburgo e con i mondiali di calcio russi del 2018, ha ricordato Terzi.

Collaborazione tra "risorse intellettuali"

Il collega russo da parte sua ha posto l’accento sulla collaborazione tra "risorse intellettuali" dei due paesi per ottenere maggiore competitività nel mercato internazionale. Quindi, ha reso noto che ci sono enormi possibilità di sviluppo nell’area orientale della Russia, e il governo vuole attrarre investimenti stranieri con importanti agevolazioni fiscali, come ad esempio zero tasse sul reddito per le start up nei primi dieci anni.

I due ministri hanno affrontato anche la questione della Siria su cui, ha riferito Terzi, Italia e Russia hanno una "visione condivisa sull'esigenza che si trovi una soluzione politica alla terribile crisi", pur nelle "differenze che hanno caratterizzato la posizioni dei nostri governi, di Mosca e di Roma e di altri Paesi europei nei mesi scorsi". Da parte sua, Rogozin ha criticato le ingerenze esterne ed ha espresso l’auspicio che sia l’Onu la sede per trovare una soluzione verso la pace.


Luogo:

Rome

14611
 Valuta questo sito