Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Olanda: Terzi-Timmermans: impegno comune per rafforzare Ue

Data:

07/01/2013


Italia-Olanda: Terzi-Timmermans: impegno comune per rafforzare Ue

Italia e Olanda sono "fortemente impegnate nel processo di consolidamento dell’unione economica e monetaria europea" e per il “rafforzamento istituzionale” dell'Ue nelle questioni di politica estera e di sicurezza comune. Lo ha detto il Ministro Giulio Terzi al termine di un incontro alla Farnesina con il collega olandese Frans Timmermans.

Accordi regionali, vigilanza bancaria e difesa comune europea

La crescita economica europea può essere stimolata anche attraverso “accordi regionali” ai quali Italia e Olanda “possono contribuire”, mentre sul fronte della governance è “urgente” la realizzazione di un “meccanismo unico della vigilanza bancaria”. Italia e Olanda, ha poi aggiunto Terzi, condividono anche la necessità di una “difesa europea che integri e si combini con la sicurezza atlantica”.

Timmermans ha sottolineato che per realizzare una “costruzione europea” che risponda alle esigenze dei cittadini bisogna lavorare su una “cooperazione più forte tra nord e sud”, ed in questo senso “paesi fondatori come Italia e Olanda sono nella condizione di creare un dinamismo europeo che sarà apprezzato dai loro cittadini". A Bruxelles, ha aggiunto, si potranno "sviluppare iniziative congiunte”.

La crisi siriana

Al centro dei colloqui anche le principali questioni dell’attualità internazionale, come la crisi siriana, la cui soluzione - ha sottolineato Terzi – “non può che essere politica”. Il titolare della Farnesina ha rilevato che “l'evoluzione militare non è certamente favorevole alle forze del regime ma potrebbe prendere ancora molto tempo per essere risolutiva, quindi la parola è certamente della diplomazia ed è importante il dialogo che si è instaurato tra Washington, Mosca e l'inviato dell'Onu e della Lega Araba”. Da parte olandese Timmermans ha spiegato che “non ci sarà un futuro per Assad in Siria” e il suo governo a Marrakech si è detto “favorevole ad ruolo più importante della coalizione delle opposizioni”, mentre il discorso di ieri “ha dimostrato che Assad non vuole un compromesso politico”.


Luogo:

Rome

14680
 Valuta questo sito