Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

COOPERAZIONE: Libano, sostegno alle politiche dell’infanzia

Data:

19/03/2013


COOPERAZIONE: Libano, sostegno alle politiche dell’infanzia

La Farnesina rafforza il proprio impegno in favore dei bambini libanesi. In occasione della Giornata Nazionale del Bambino in Libano (22 Marzo), il 16 marzo è stato firmato lo Statuto del Consiglio Municipale dei Bambini di tre municipalità libanesi (Ajaltoun, Chyiah e Jdeideh), attività parte del programma “MOSAIC” finanziato dalla Cooperazione Italiana per un valore di 1,5 milioni di euro e realizzato dal Ministero degli Affari Sociali libanese. Il progetto mira a contribuire alle politiche nazionali libanesi in favore dello sviluppo locale, con particolare riferimento al rafforzamento delle istituzioni libanesi per il sostegno alle politiche dell'Infanzia.

Lo sport come momento di aggregazione, dialogo e pace

La cerimonia di firma, presso la Municipalità di Jdeideh-Bouchrieh-Sed (Beirut), ha altresì ospitato una esposizione di foto che vede protagonisti i ragazzi delle tre municipalità libanesi coinvolte nell���iniziativa e che ha come leit motiv lo sport quale momento di aggregazione sociale, dialogo e pace. Le foto sono accompagnate da slogan pensati dagli stessi ragazzi che promuovono i valori dell’attività sportiva alla base di una sana e corretta crescita psicofisica. L’evento ha visto inoltre il lancio della pagina ufficiale Facebook del progetto “MOSAIC” con informazioni relative all’intervento e una galleria di immagini accompagnata da una canzone intitolata “Khalas” realizzata dai bambini.

Bambini protagonisti nella stesura dei programmi municipali

Lo Statuto, vero e proprio atto dispositivo della Municipalità, permetterà ai bambini di rappresentare i bisogni dei loro coetanei in seno alle decisioni comunali tramite suggerimenti, consigli e pareri, promuovendo concretamente la cittadinanza attiva da parte dei ragazzi sulla base del modello italiano Citta Amica dei Bambini. In tale contesto, il lancio di un blog, realizzato grazie alla collaborazione dell’ONG italiana CTM-ONLUS e di professionisti locali ed internazionali della comunicazione, giocherà un ruolo di primo piano nel raccogliere le istanze dei bambini. Il Piano d’Azione Municipale, infine, raccoglierà la voce dei bambini traducendola in precisi punti programmatici attuativi, rendendo di fatto le tre municipalità in grado di soddisfare e rispondere ai bisogni particolari dei bambini.

Gemellaggio con alcuni Comuni campani

A seguito della firma, è prevista una visita di una delegazione delle tre municipalità coinvolte nel progetto per ufficializzare il gemellaggio con i comuni campani di San Giorgio a Cremano, Giffoni Sei Casali e Siano, municipalità particolarmente attente alla promozione della cittadinanza attiva dei bambini e che aderiscono, altresì, alla rete della città amiche dei bambini, l’esperienza pluriennale del Laboratorio Regionale Città dei bambini e delle bambine della Città di San Giorgio a Cremano, coordinata attualmente dai referenti del progetto “Città dei Bambini” dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR di Roma.

La delegazione libanese composta da responsabili ministeriali e municipali e da ragazzi e ragazze, membri dei Consigli Municipali dei bambini delle città di Jdeideh - Bouchrieh – Sed, Ajaltoun, Chyah, ha incontrato lunedì 18 marzo il Direttore Generale della Cooperazione allo Sviluppo Gianpaolo Cantini ed ha in programma la visita di strutture e servizi locali dei tre comuni campani che mirano a promuovere il pieno sviluppo dei minori, incontri con le autorità cittadine, le istituzioni scolastiche ed i Consigli dei Bambini, con l’obiettivo di conoscere e adattare al loro contesto l’esperienza italiana di "Città Amiche dei Bambini".

Tale gemellaggio costituirà la base per l’avvio di attività di collaborazione e cooperazione tra i comuni coinvolti che avranno al centro d’azione i diritti dei bambini e la loro partecipazione alla gestione pubblica locale, in un’ottica di sostenibilità dell’intervento al di là della durata del Programma MOSAIC e di cooperazione decentrata mediterranea.


Luogo:

Roma

14992
 Valuta questo sito