Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

DEI/Sole 24 Ore - 29 agosto: ultime news dal mondo - Oman: Italferr si aggiudica progettazione preliminare Oman Rail

Data:

29/08/2013


DEI/Sole 24 Ore - 29 agosto: ultime news dal mondo -  Oman: Italferr si aggiudica progettazione preliminare Oman Rail

Oman: Italferr si aggiudica progettazione preliminare Oman Rail

Italferr si e' aggiudicata il contratto per la realizzazione dello studio preliminare e i servizi di consulenza per la realizzazione della ferrovia ("Oman Rail") che, colleghera' il sud del Paese con il nord fino agli Emirati. Il progetto prevede 20 stazioni ferroviarie lungo un percorso di 1.061 km da Khatmat Malahah nel nord fino alla citta' di Duqm durante la prima fase. La seconda fase, fino al confine yemenita comportera' ulteriori 20 stazioni ferroviarie per un totale di 2.244 km. Obiettivo: il collegamento nord - sud e la realizzazione di un sistema integrato multimodale dei trasporti, che includa i principali porti, le aree industriali e le Zone Economiche di Sohar, Salalah e Duqm all'interno del Paese e, in prospettiva, il collegamento con la rete integrata dei Paesi del Golfo (GCC). La progettazione preliminare definira' le caratteristiche della futura ferrovia. A questa prima fase, fara' seguito la selezione del consulente per la gestione del progetto (PMC). Seguira' la pubblicazione del bando per la scelta del contractor a cui saranno affidate le attivita' di progettazione e costruzione Le Autorita' stanno definendo anche quadro all'interno del quale sara' chiamata ad operare la societa' "Oman Rail", che e' in fase di costituzione. La nuova azienda operera' sotto le direttive del Ministero dei Trasporti e della Direzione Generale per i Trasporti terrestri e le ferrovie. Oltre a sviluppare l'infrastruttura dovra' gestire le operazioni e la manutenzione della rete.

(infoMercatiEsteri)

Brasile: nuovo rialzo tassi, Banco Central al 9%

La Banca centrale del Brasile ha di nuovo aumentato il tasso di riferimento per frenare l'inflazione, che e' vicino al limite massimo fissato dal governo. L'istituto brasiliano ha dichiarato di aver aumentato i tassi di 0,5 punti percentuali al 9% "ritenendo che questa mossa contribuira' a ridurre l'inflazione e far si' che questa tendenza al ribasso continui nel corso dell'anno prossimo".

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Polonia: accordo Mondo Tv con Media Distribution per contenuti video

Mondo Tv ha sottoscritto con Media Distribution, aggregatore di contenuti per Youtube in Polonia, un accordo per la distribuzione sulla piattaforma di condivisione video dei programmi della library Mondo Tv in Polonia. La licenza, che avra' durata di un anno, prevede una ripartizione dei ricavi derivanti dagli incassi pubblicitari connessi con le visualizzazione dei contenuti della Mondo Tv con quota maggioritaria a favore della societa' italiana. Matteo Corradi, amministratore delegato di Mondo Tv, ha spiegato: 'Come abbiamo annunciato nei mesi scorsi stiamo cercando di spingere l'acceleratore su forme di sfruttamento alternative ai canali televisivi tradizionali: e' un processo al quale crediamo molto e con la nostra library, gia' doppiata in molte lingue, riteniamo di avere spazi di crescita in questo speciale ambito di vendita dei nostri contenuti'.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Venezuela: ENI annunicia nuova jv con Pdvsa

Eni e la compagnia petrolifera statale venezuelana Pdvsa hanno concordato la costituzione di una nuova impresa mista (Pdvsa 60%, Eni 40%) per lo sviluppo delle riserve di condensati del super giacimento venezuelano di Perla, che ammontano a circa 170 milioni di barili. Lo rende noto Eni all'indomani di un incontro tra l'amminiastratore delegato, Paolo Scaroni e il ministro del Petrolio del Venezuela, Rafael Ramirez, a Caracas, per fare il punto sulle attivita' e i progetti in comune nel Paese.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

BCE:base monetaria (M3) +2,2% in luglio, prestiti a privati calo

La crescita della massa monetaria M3 nell'Eurozona rallenta ancora a luglio a +2,2% da +2,3% di giugno e dal +2,9% di maggio. Il dato e' peggiore delle attese degli analisti che erano per un rallentamento piu' consistente a +2%. Lo rende noto la Bce. La media dei tre mesi a luglio e' scesa al 2,5% dal 2,8% dei tre mesi precedenti e contro previsioni per un +2,4%. La concessione dei prestiti ai privati e' ulteriormente calata, accusando in luglio un ribasso dell'1,9% da -1,6% del mese precedente.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Luogo:

Roma

15744
 Valuta questo sito